Login con

Pharma

02 Marzo 2023

Farmaceutica, per Menarini fatturato 2022 in crescita del 6%

Il Gruppo Menarini ha registrato nel 2022 un fatturato pari a 4,154 miliardi di euro, con una crescita del 6% rispetto al 2021. L'Ebitda si attesta a circa 400 milioni. Il fatturato consolidato, in costante crescita dal 2010, quando superò i 3 miliardi, è costituito per il 94% dal settore farmaceutico e per il 5% dalla diagnostica


Il Gruppo Menarini ha registrato nel 2022 un fatturato pari a 4,154 miliardi di euro, con una crescita del 6% rispetto al 2021 (3,922 miliardi). L'Ebitda si attesta a circa 400 milioni. Il fatturato consolidato, in costante crescita dal 2010, quando superò i 3 miliardi, è costituito per il 94% dal settore farmaceutico e per il 5% dalla diagnostica. Il 78% del fatturato è realizzato all'estero, mentre il 22% in Italia. I dati sono stati resi noti dall'azionista Lucia Aleotti, membro del board dell'azienda farmaceutica, durante un evento con la stampa a Firenze.

I dipendenti nel mondo di Menarini sono 17.800, di cui il 49,5% donne, con 18 stabilimenti produttivi e 9 centri di ricerca e sviluppo. Nel 2022 il gruppo ha prodotto 762 milioni di unita di medicinali, di cui 553 prodotte internamente superando 1 miliardo di blister. Il ranking pone Menarini al 32esimo posto nel mondo e al 17esimo in Europa. Nel corso del suo intervento Lucia Aleotti ha parlato dell'evoluzione e della strategia dell'azienda, soffermandosi con un focus sull'ingresso negli Usa con l'acquisizione di Stemline Therapeutics (giugno 2020) e i conseguenti passi avanti in oncologia.
Stemline, azienda biofarmaceutica che era quotata al Nasdaq, con il farmaco Elzonris* (tagraxofusp), terapia approvata dalla Food and Drug Administration (Fda) per il Bpdcn - una neoplasia ematologica maligna rara - ha rafforzato la presenza di Menarini in oncologia.

A gennaio 2023 la Fda ha approvato, con procedura 'Fast Track e Priority Review', l'Orserdu* (elacestrant) per il trattamento orale come monoterapia del carcinoma mammario Er+/Her2- avanzato o metastatico, con mutazioni di Esr1, per donne in post-menopausa e uomini adulti. La domanda di autorizzazione all'immissione in commercio è stata presentata a Ema ad agosto 2022.
Nel corso del suo intervento, successivamente Lucia Aleotti si è quindi soffermata sul valore geopolitico del settore farmaceutico e di come Menarini si colloca in questo scenario, per poi fare il punto sui dati di crescita dell'azienda. È seguito l'intervento del Ceo di Menarini, Elcin Barker Ergun, con una focalizzazione, in particolare, sulle frontiere della ricerca e dello sviluppo, mente le considerazioni finali sono state affidate al presidente Eric Cornut.

TAG: AZIENDE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

21/02/2024

Condividere conoscenze e strategie innovative per alzare sempre di più l’asticella nel Settore Sanitario Italiano. Con questa ambizione nasce il progetto "Grandi...

21/02/2024

'Per quanto riguarda la dengue, la situazione è sotto controllo. Siamo allertati, stiamo facendo tutto ciò che necessario, però per il momento siamo tranquilli"....

21/02/2024

Astrazeneca balza in borsa, facendo registrare un importante aumento del valore delle sue azioni nel mercato londinese, che guadagna più del 3,5%. L’aumento del...

20/02/2024

Si riduce l'uso del preservativo nei giovani tra gli 11 e i 24 anni. È uno dei dati che emerge dall’Osservatorio annuale 'Giovani e sessualità' - che Durex...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top