Login con

Governo e Parlamento

09 Gennaio 2024

Milleproroghe, da personale a fattura elettronica ecco tutte le novità in sanità

Il decreto legge Milleproroghe è stato varato dal Consiglio dei ministri lo scorso 28 dicembre in parallelo all’approvazione della Manovra a Montecitorio


Milleproroghe, da personale a fattura elettronica ecco tutte le novità in sanità

Anche quest’anno i medici e i dentisti, nonché gli altri professionisti sanitari operanti in libera professione, non sono tenuti a fatturare elettronicamente le loro prestazioni sanitarie ai pazienti: si estende infatti a tutto il 2024 il divieto di fatturazione elettronica per i soggetti Iva che effettuano prestazioni o cessioni sanitarie nei confronti di consumatori finali persone fisiche non soggetti IVA. La fatturazione elettronica e l’invio dei dati al sistema d’interscambio Sdi anziché al sistema Tessera Sanitaria-Ts vale invece verso le persone giuridiche. Lo prevede il decreto-legge Milleproroghe varato dal Consiglio dei ministri lo scorso 28 dicembre in parallelo all’approvazione della Finanziaria a Montecitorio. Del “Milleproroghe” si attende ora la conversione in Parlamento entro febbraio. L’articolo chiave in sanità è il 4: “Proroga dei termini in materia di salute”. Esso estende a tutto il 2024 la possibilità per i laureati in medicina di assumere incarichi provvisori o di sostituzione di medici di medicina generale, e parimenti estende la chance per i medici specializzandi in pediatria di assumere incarichi provvisori o sostituire pediatri di libera scelta convenzionati con il Servizio sanitario nazionale. Sempre nel Ssn potranno anche per quest’anno ottenere incarichi a termine di sei mesi, di lavoro autonomo, medici specializzandi iscritti all’ultimo e al penultimo anno di corso e professionisti sanitari e sociosanitari operativi in ospedale e nei servizi delle Asl. Potranno ottenere analoghi incarichi i laureati in Medicina non specialisti né specializzandi, se abilitati ed iscritti all’ordine. E soprattutto potranno ottenere incarichi semestrali retribuiti dal Ssn, sempre come lavoratori autonomi, dirigenti medici, veterinari e sanitari, ed ex infermieri e professionisti sanitari e sociosanitari che erano andati in pensione; potranno prendere posto anche ove non siano più iscritti all’Albo dopo il pensionamento. Con le misure anzidette, ha commentato il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato, il decreto-legge Milleproroghe estende a tutto il 2024 le procedure semplificate di reclutamento del personale sanitario (inclusi neolaureati in medicina, specializzandi, Oss e medici in pensione) con l’obiettivo di mitigare la mancanza di personale «e di avviare tempestivamente i giovani medici alla professione».
Resta valida a tutto dicembre l’iscrizione nell’elenco nazionale degli idonei alla nomina di direttore generale di Asl, ospedali ed altri enti Ssn, per i soggetti i cui estremi sono riportati sul sito del ministero della Salute dal 1 aprile 2022. È inoltre prorogata a carico Ssn fino a dicembre 2024 la sperimentazione relativa alla remunerazione delle prestazioni delle funzioni assistenziali erogate nell’ambito della Farmacia dei servizi. Laddove la legge 205/2017 al comma 406-bis prevedeva detta sperimentazione nell’arco del biennio 2021-22, ora si prevede che essa duri per il quadriennio 2021- 24 al cui termine «si provvede alla valutazione degli esiti». Allo stesso modo, c’è tutto quest’anno per erogare da parte delle regioni gli incentivi atti a riorganizzare la rete dei laboratori di analisi del Ssn. Slitta, infine, alla data di presentazione dei consuntivi 2023 il termine di approvazione dei bilanci preventivi 2024 di tutti gli ordini delle professioni sanitarie.

Non c’entrano con il Milleproroghe invece altri rinvii importanti su temi di interesse sanitario. In particolare, la conversione in legge 191 del DL anticipi 145/2023 ha comportato la proroga delle misure di commissariamento della Calabria a tutto quest’anno 2024. Inoltre, lo stesso dispositivo mantiene lo smart working a tutto marzo 2024 per i genitori di ragazzi fino a 14 anni di età e per i lavoratori fragili che potrebbero ammalarsi di forme serie di Covid-19, e proroga nell’Agenzia del Farmaco-Aifa sia la Commissione consultiva tecnico-scientifica sia il Comitato prezzi e rimborso. È invece scaduta il 30 novembre la proroga, più volte ripetuta, del pay-back dei dispositivi medici.

TAG: MILLEPROROGHE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/07/2024

La lista dei nuovi medicinali contro l'obesità potrebbe presto allungarsi. Roche ha, infatti, annunciato i dati di uno studio di fase I su un nuovo farmaco orale, da assumere una volta al giorno,...

18/07/2024

Rigenerare il cuore dopo un infarto, stimolando la formazione di nuovo tessuto e nuovi vasi sanguigni attraverso un farmaco '2 in 1' a base di Rna, così da restituire piena funzionalità al nostro...

18/07/2024

Nell'ultima campagna di vaccinazione contro Covid-19, si è vaccinato solo il 10,2% degli over 60, con valori compresi tra il 19,2% della Toscana e l'1,8% della Sicilia. La campagna antinfluenzale...

18/07/2024

La telemedicina offre chiari vantaggi sia per i pazienti che per gli operatori sanitari. L’OMS/Europa pubblica lo “Strumento di sostegno per rafforzare la telemedicina” mira a sostenere i...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top