Login con

Pharma

20 Luglio 2023

Diabete di tipo 1, nasce in Sanofi un’area dedicata. Al via l’era dell’immunodiabetologia

Nasce in Sanofi una nuova area, interamente dedicata al trattamento del diabete di tipo 1, che si propone di cambiare il corso di una patologia complessa e ancora oggi senza una cura. Tutto questo grazie all'expertise in immunologia dell'azienda, attraverso un approccio "first in class" in grado di intervenire sull'evoluzione della malattia


Nasce in Sanofi una nuova area, interamente dedicata al trattamento del diabete di tipo 1, che si propone di cambiare il corso di una patologia complessa e ancora oggi senza una cura. Tutto questo grazie all'expertise in immunologia dell'azienda, attraverso un approccio "first in class" in grado di intervenire sull'evoluzione della malattia. Grazie a un anticorpo monoclonale che intercetta una parte dei globuli bianchi coinvolti nella risposta immunitaria (i cosiddetti linfociti T totali - CD3), secondo quanto sottolinea l'azienda stessa in una nota, "sarà infatti possibile cambiare in maniera radicale il modo di affrontare il diabete di tipo 1, ritardandone l'insorgenza in bambini e adulti, ancora prima che se ne manifesti la sintomatologia".
"La storia di Sanofi - evidenzia Alessandro Crevani , General Manager BU General Medicines Sanofi Italia - è significativamente legata a quella di milioni di pazienti che convivono ogni giorno con il diabete. Oggi abbiamo la grande opportunità di scrivere una nuova pagina nell'approccio al diabete di tipo 1, vale a dire la forma auto immune di questa patologia. Si tratta di un traguardo che richiede approcci nuovi e coraggiosi in ogni ambito scientifico, di accesso alle terapie e di vicinanza ad istituzioni e associazioni pazienti, al fine di aprire prospettive innovative per il diabete di tipo 1 e cambiare profondamente il corso di questa patologia".   Il diabete di tipo 1 si sviluppa tipicamente nei bambini, negli adolescenti e nei giovani adulti, ma può manifestarsi anche in età avanzata. Si ritiene che sia causato da una reazione autoimmune in cui il nostro organismo attacca se stesso per errore, distruggendo le cellule del pancreas deputate alla produzione dell'insulina e portando quindi a una ridotta o mancata produzione della stessa. Senza insulina, necessaria per trasformare lo zucchero nel sangue in energia per le cellule, lo zucchero si accumula, danneggiando l'organismo e portando a gravi complicazioni. L'esordio della malattia può risultare particolarmente traumatico, in particolare in età pediatrica, manifestandosi con un episodio di iperglicemia acuto (chetoacidosi diabetica) che generalmente richiede l'ospedalizzazione in emergenza e che può portare in alcuni casi anche a esiti letali. Le persone che vivono con diabete di tipo 1 sono attualmente dipendenti dall'utilizzo quotidiano di insulina e devono inoltre sottoporsi a controlli regolari e frequenti.

TAG: AZIENDE, DIABETE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top