Login con

Farmaci

31 Gennaio 2023

Malattie rare, Gemmato: con riforma Aifa approvazione più veloce farmaci

"Un'Aifa un po' 'imballata' tra il ruolo del direttore generale, del presidente del Consiglio di Amministrazione portava evidentemente enormi ritardi anche nell'approvazione dell'autorizzazione e dell'immissione in commercio di farmaci nuovi, segnatamente quelli per le malattie rare”. A sottolinearlo in merito alla riforma dell’Agenzia italiana del farmaco, il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato


"Un'Aifa un po' 'imballata' tra il ruolo del direttore generale, del presidente del Consiglio di Amministrazione portava evidentemente enormi ritardi anche nell'approvazione dell'autorizzazione e dell'immissione in commercio di farmaci nuovi, segnatamente quelli per le malattie rare”. A sottolinearlo in merito alla riforma dell’Agenzia italiana del farmaco, il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato, intervenuto a Roma in Senato alla presentazione del rapporto Ossfor sui farmaci orfani per le malattie rare.

“Il Governo” ha aggiunto “si è fatto carico, seppur con uno strumento contestato dalle opposizioni, ma veloce ed efficace come un emendamento al Dl Calabria" di immaginare una governance in cui "il presidente del Consiglio di Amministrazione invece  è più forte, presente e quindi può determinare in maniera sicuramente più puntuale l'azione".  "Si immagina al posto di un direttore generale un direttore scientifico e uno amministrativo e la presenza di una sola commissione mentre invece erano due - conclude Gemmato – può essere una rivisitazione strumentale che può servire ad andare incontro all'esigenza di approvare nuovi farmaci in maniera più veloce". Il sottosegretario alla Salute è poi tornato sul fondo sanitario nazionale per ribadire come “sostanzialmente in tre anni si riversano nelle casse del Ssn quasi 7 miliardi, che è un picco mai superato nella storia repubblicana”. Nel dibattito politico e televisivo “passa il messaggio secondo cui il Governo Meloni avrebbe tagliato il fondo sanitario nazionale e invece noi lo abbiamo aumentato in termini assoluti”, spiega. Quanto al rapporto con il Pil, “è inevitabile che in una economia in fase di ripresa il rapporto tra spesa sanitaria e prodotto interno lordo scenda come è previsto al 6,3% rispetto a quando, durante il picco pandemico, l'economia era "chiusa". “Del resto, anche nell'ultimo Def del precedente Governo si diceva esplicitamente che dopo la fase di straordinarietà di spesa dovuta alla pandemia si doveva rientrare in una ordinarietà con una discesa del Fondo sanitario. Noi non solo non lo abbiamo diminuito ma lo abbiamo aumentato”, dichiara.

In occasione dell’evento Ossfor, Gemmato ha annunciato di aver chiesto la delega per le malattie rare. "L'ho fatto - prosegue - perché in questi anni, seppur non da protagonista in quanto all'opposizione, ho seguito puntualmente tutti i lavori parlamentari relativi alle malattie rare e contributo all'approvazione della legge 175 del 2021, il Testo unico delle malattie rare, che mi piace ricordare come uno straordinario esercizio di unitarietà anche della politica, perché è stata approvata all'unanimità". Il 24 settembre "è stato istituito il Comitato per le malattie rare dopo l'esercizio di unitarietà legato all'approvazione del Testo unico nel 2021. Non vi era ancora stata la convocazione di questo Comitato, noi lo abbiamo aperto". “Lo scopo - spiega il sottosegretario - è "arrivare finalmente alle determinazioni e alla riduzione delle diversità che esistono oggi nell' approccio alla cura delle malattie rare".

TAG: FARMACEUTICA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top