Login con

SPECIALI


Giornata Mondiale Malattie Rare

29 Febbraio 2024

Malattie rare, Gemmato: con i nuovi Lea anche screening per Sma

In Italia sono 2 milioni le persone affette dalle cosiddette patologie rare, con 19mila nuovi casi segnalati ogni anno. Il 70% di questi pazienti sono bambini. Una delle armi, su cui la ricerca punta sono gli screening neonatali, per scoprire la malattia all'inizio potendo così evitarne in molti casi l'aggravamento: presto un nuovo test si unirà ai 59 già previsti, quello contro l'Atrofia muscolare spinale


Malattie rare, Gemmato: con i nuovi Lea anche screening per Sma

In Italia sono 2 milioni le persone affette dalle cosiddette patologie rare, con 19mila nuovi casi segnalati ogni anno. Il 70% di questi pazienti sono bambini. Una delle armi, su cui la ricerca punta sono gli screening neonatali, per scoprire la malattia all'inizio potendo così evitarne in molti casi l'aggravamento: presto un nuovo test si unirà ai 59 già previsti, quello contro l'Atrofia muscolare spinale (Sma). La notizia arriva in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare, che si celebra oggi 29 febbraio. Gli sforzi "sono costanti anche per quanto riguarda la produzione dei farmaci orfani e il sostegno alla ricerca, un campo che può avvalersi oggi delle risorse del Pnrr - ha sottolineato in un messaggio il ministro della Salute Orazio Schillaci -. Dobbiamo continuare a lavorare affinché le persone con malattie rare dispongano di una diagnosi precoce e certa, di una presa in carico tempestiva, di terapie adeguate, di un percorso assistenziale omogeneo su tutto il territorio nazionale". La Società italiana per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie e lo screening neonatale (Simmesn) lancia un appello alle istituzioni: "Sappiamo dell'impegno preso dal ministro Schillaci e dal sottosegretario Gemmato per l'aggiornamento del panel nazionale degli screening neonatali. Ci auguriamo ora che i decreti di aggiornamento siano pubblicati il prima possibile, in modo che in tutta Italia ci possa essere omogeneità per tutti i nati che oggi possono essere sottoposti a screening neonatale per 59 malattie metaboliche ereditarie".

Un passo avanti ulteriore arriverà però a breve perchè con l'entrata in vigore del nomenclatore tariffario per i nuovi Livelli essenziali di assistenza, a partire da aprile salvo slittamenti, ha annunciato il sottosegretario alla salute Marcello Gemmato, "sarà previsto anche un nuovo esame di screening neonatale: l'attenzione sarà rivolta in particolare allo screening neonatale per la Sma, al fine di impedire che la malattia diventi conclamata con danni irreversibili". "Oggi solo gli Usa fanno meglio di noi rispetto agli screening neonatali e stiamo anche per partire con nuovi screening come quelli per il diabete e la celiachia", ha affermato Marco Silano, direttore facente funzione del Centro Nazionale Malattie Rare dell'Istituto Superiore di Sanità, in occasione di un convegno sul tema alla Camera. Ma la grande frontiera oggi, ha aggiunto, "è l'utilizzo di tecniche sempre più specifiche come quelle genomiche, per identificare i geni responsabili delle malattie e poter agire su essi".  Varie sono le iniziative concrete che la commissione Sanità conduce insieme al ministero: adesso si lavora per mettere ulteriori risorse sul fondo previsto per le malattie rare e vi sono anche altre iniziative per il supporto psicologico e l'assistenza che sono attualmente in discussione in commissione Affari sociali", ha ricordato il vicepresidente della Camera Giorgio Mulè.

Passi avanti anche sul fronte dei farmaci: nel 2023, rileva il presidente di Farmindustria Marcello Cattani, "sono stati dall'Agenzia europea dei medicinali Ema 180 farmaci, tuttavia solo il 5% di tali patologie ha un trattamento approvato".  Molto resta dunque da fare e secondo il presidente della Società Italiana per lo Studio delle Malattie Metaboliche Ereditarie e lo Screening Neonatale, Andrea Pession, "bisogna continuare con la strada intrapresa delle collaborazioni pubblico-privato, per promuovere la ricerca anche insieme alle aziende del pharma".  In prima linea in questa battaglia sono anche le associazioni dei pazienti: l'Associazione Famiglie Gnao1, ad esempio, finanzierà due progetti di ricerca europei su Gnao1, una mutazione genetica rara scoperta nel 2013. Sono conosciuti 250 casi di malattia correlata a Gnao1 nel mondo, poco più di 20 in Italia. "Continuiamo ad alimentare la speranza di trovare una cura per questa e altre patologie rare", è l'appello delle famiglie.


29/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Ucb Pharma sostiene la Campagna Eurordis “ColorUp4RARE”
UCB Pharma ha deciso di supportare l’iniziativa “ColorUp4RARE”, ideata ...

29/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, al via la campagna Sanofi video e social “La Ricerca più Preziosa”
In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare 2024, Sanofi lancia...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Schillaci: necessari sforzi su farmaci e ricerca
Il ministro della salute Orazio Schillaci lancia un messaggio in occasione di...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Gemmato: molti passi avanti grazie allo straordinario lavoro della rete
In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie rare il sottosegretario...

28/02/2024

Intervista
Malattie rare, Dalla Piccola: “Diagnosi punto di partenza. Ottimista per il futuro”
Grazie ai moderni strumenti che consentono il sequenziamento del genoma, la...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Cattani; rapida attuazione del Piano Nazionale per acceso rapido e omogeneo alle terapie
“Sono quasi 180 i farmaci approvati per le malattie rare dall’EMA tra il...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Arisla lancia la campagna social 'ricerca è valore'
Il presidente Mario Melazzini ha inaugurato la campagna social di...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Farmaceutica, l’impegno di Kyowa Kirin nello sviluppo di trattamenti farmacologici innovativi
L’obiettivo della Giornata delle Malattie Rare è quello di accendere i...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Farmaceutica, Ipsen entra nel mondo delle malattie epatiche rare
Forte dell'esperienza e delle competenze acquisite nel corso di decenni, Ipsen...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Sindrome Wiskott-Aldrich, l’impegno di Telethon per rendere disponibile una terapia genica
Fondazione Telethon ha annunciato il proprio impegno nel far sì che la...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie Rare, la Zecca di Stato conia una moneta celebrativa per i 25 anni di Uniamo
È stata emessa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze la moneta...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, Omar e Sigu stipulano un protocollo d’intesa. Ecco cosa prevede
I principali obiettivi del Protocollo d'intesa stipulato, a ridosso della...

28/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Malattie rare, il punto Iss su normative, ricerca e accesso alle cure
In vista della Giornata Mondiale delle Malattie Rare che ricorre il 29...

23/02/2024

Giornata Mondiale Malattie Rare
Sla, Chmp raccomanda nuova terapia. È la prima per una forma genetica rara
Via libera dell'Agenzia europea del farmaco Ema a una nuova terapia anti-Sla....

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top