Login con

Europa

28 Aprile 2022

Ricerca, da Ue 624 milioni a 253 scienziati. Italiani al terzo posto



Dalla Ue un totale di 624,6 milioni di euro a 253 scienziati affermati in tutta Europa, 75% uomini (189) e 25% donne (64). Il Consiglio europeo della ricerca (Erc) ha annunciato oggi i vincitori degli Advanced Grant 2021. Al centro dei loro progetti: dall'uso della matematica per trovare modi migliori per utilizzare antibiotici e chemioterapia alla sfida di proteggere la biodiversità delle isole. I futuri beneficiari realizzeranno i loro studi in università e centri di ricerca di 21 Stati membri dell'Ue e Paesi associati. E se i ricercatori tricolore sono al terzo posto fra i più premiati (dopo i tedeschi e gli inglesi), l'Italia figura invece solo al quinto posto nella classifica dei Paesi per numero di progetti ospitati, alle spalle di Germania, Regno Unito, Olanda e Francia. Molti scienziati italiani, dunque, porteranno avanti il loro lavoro fuori dai confini nazionali.

Per quanto riguarda in particolare, le scienze della vita, sono stati 501 i progetti presentati in quest'area e 75 quelli premiati con un Erc Advanced Grant. L'Italia porta 'a casa' 15 grant in tutte le aree, di cui 4 nell'ambito Life Sciences: destinatari ricercatori di Humanitas, università di Verona e università di Padova. Due di questi quattro progetti vincitori sono guidati da donne. Una di queste è Michela Matteoli di Humanitas che si è aggiudicata il contributo europeo per il progetto Matilda nel campo delle neuroscienze. Missione: indagare il ruolo di particolari cellule immunitarie neuronali (la microglia) nella formazione delle sinapsi e dei circuiti dell'ipotalamo, dove avviene il controllo del metabolismo dell'organismo. Alterazioni a questo livello possono causare disfunzioni metaboliche. Comprendere i perché delle disfunzioni metaboliche consentirebbe di fare passi avanti nel trattamento di queste malattie e scoprire le correlazioni tra questo tipo di alterazioni e le patologie neurodegenerative.

 In totale si aggiudicano l'Erc Advanced Grant 28 ricercatori italiani, 15 di base in Italia. Questa tipologia di grant sostiene "ricercatori all'avanguardia in tutta Europa. Dà ai nostri talenti la possibilità di realizzare le loro idee creative. Il loro lavoro pionieristico contribuisce a risolvere le sfide sociali, economiche e ambientali più urgenti", commenta Mariya Gabriel, Commissaria europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù. Questi ricercatori senior, aggiunge Maria Leptin, presidente dell'Erc, "seguendo la loro curiosità scientifica stanno spingendo in là le frontiere della nostra conoscenza in una vasta gamma di campi. È essenziale finanziare questo tipo di ricerca per mantenere l'Europa all'avanguardia scientifica".


Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/05/2024

Arriva la notizia della nuova variante KP.1, in crescita negli Stati Uniti. Qui ha raggiunto il 25% di contagi nelle settimane centrali di aprile, contro il 22% dell’ex variante dominante JN.1:...

24/05/2024

Per sensibilizzare sul tumore alla vescica e promuovere la conoscenza dei sintomi, favorendo così la diagnosi, Merck Italia, affiliata italiana di Merck, ha lanciato la campagna 'In viaggio verso la...

24/05/2024

AbbVie ha annunciato che l'Aifa ha approvato la rimborsabilità in Italia di upadacitinib 45 mg e 15 e 30 mg come primo Jak inibitore per il trattamento di pazienti adulti con malattia di Crohn...

24/05/2024

Il farmaco sperimentale di GSK, depemokimab, ha raggiunto il suo obiettivo primario di ridurre gli attacchi di asma in una sperimentazione di fase avanzata. Questo risultato potrebbe rappresentare un...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top