Login con

Farmaci

20 Aprile 2023

Covid-19, in sviluppo nuovo trattamento con anticorpi

Il responsabile vaccini di Astrazeneca ha dichiarato pochi giorni fa che l’azienda ha terminato lo sviluppo di un nuovo trattamento con anticorpi contro il Covid-19. Il nuovo farmaco sembrerebbe proteggere i pazienti immunocompromessi da tutte le varianti virali conosciute. Infatti, recenti studi di laboratorio mostrano che l'anticorpo, denominato AZD3152, neutralizza tutte le varianti


Il responsabile vaccini di Astrazeneca, Iskra Reic, ha dichiarato a Reuters pochi giorni fa che l’azienda ha terminato lo sviluppo di un nuovo trattamento con anticorpi contro il Covid-19. Il nuovo farmaco sembrerebbe proteggere i pazienti immunocompromessi da tutte le varianti virali conosciute. Infatti, recenti studi di laboratorio mostrano che l'anticorpo, denominato AZD3152, neutralizza tutte le varianti conosciute di Sars-Cov-2 e AstraZeneca avrebbe già avuto il supporto delle autorità di regolamentazione per rendere disponibile il trattamento entro la fine di quest'anno. L’azienda prevede, in attesa di nuovi dati e approvazione normativa, di rendere disponibile il farmaco entro la fine del 2023. Questi tipi di terapie sono soprattutto necessari per le persone con un sistema immunitario compromesso che rappresentano quasi il 2% della popolazione mondiale. A gennaio, l'autorità di regolamentazione sanitaria degli Stati Uniti aveva ritirato l’autorizzazione all'uso di emergenza del cocktail di anticorpi Covid-19 originale di AstraZeneca, Evusheld, dato che le nuove varianti dominanti lo rendevano obsoleto.

Il nuovo trattamento di AstraZeneca è stato acquisito lo scorso anno tramite un accordo da 157 milioni di dollari con la start-up biotecnologica britannica RQ Bio. L'anno scorso, l'unità vaccini e terapie immunitarie di Astrazeneca, costituita nel 2021 in piena pandemia, ha realizzato ricavi per 4,8 miliardi di dollari. Nonostante tutto, la domanda di vaccini contro Sars-Cov-2 è diminuita drasticamente con la concorrenza dei trattamenti a mRNA e l’eccesso di offerta di vaccini.

https://www.reuters.com/business/healthcare-pharmaceuticals/astrazeneca-confident-new-covid-antibody-protects-against-known-variants-2023-04-18/?utm_source=Sailthru&utm_medium=Newsletter&utm_campaign=Reuters-Business&utm_term=041823

Cristoforo Zervos

TAG: AZIENDE, COVID

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top