Login con

Pharma

21 Novembre 2022

Ricerca, premi Sif-Farmindustria a 10 giovani. Nove sono donne

Sono stati assegnati, nell'ambito del 41esimo Congresso nazionale della Società italiana di farmacologia (Sif) che si è chiuso a Roma, i premi Sif-Farmindustria di 5mila euro l'uno a 10 giovani ricercatori, di cui 9 donne


Sono stati assegnati, nell'ambito del 41esimo Congresso nazionale della Società italiana di farmacologia (Sif) che si è chiuso a Roma, i premi Sif-Farmindustria di 5mila euro l'uno a 10 giovani ricercatori, di cui 9 donne. A consegnare i riconoscimenti sono stati il presidente Sif Giorgio Racagni, il presidente eletto Giuseppe Cirino e il presidente di Farmindustria Marcello Cattani.
"Chi più dei giovani, che rappresentano il nostro futuro, ha bisogno di riconoscimenti e sostegni per spingersi sempre un po' più in là ed esplorare le frontiere della ricerca? - afferma Cattani - Come industria farmaceutica siamo orgogliosi di puntare sulle nuove generazioni. Lo dimostra la crescita del 13% degli under 35 negli ultimi 5 anni, tra cui anche molte donne. Donne che rappresentano più del 50% nella Ricerca & Sviluppo e che sono la quasi totalità delle premiate, a dimostrazione del loro intuito e della loro tenacia".

"Per affrontare le grandi sfide che il mondo della farmacologia ha davanti a sé - sottolinea Racagni - è fondamentale valorizzare la ricerca di base e clinica e dare fiducia alle nuove generazioni di studiosi che, con il loro coraggio e le loro idee innovative, possono fare la differenza. Per questo i premi Sif-Farmindustria rappresentano un'eccellenza di cui la nostra società è particolarmente orgogliosa".

I premi Sif-Farmindustria - ricorda una nota - sono stati istituiti nel 2000 con la firma di un protocollo d'intesa. Da allora sono stati assegnati a un totale di 220 ricercatori pubblici e privati.
I premiati di oggi sono Paola Brivio, Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari; Claudia Ceci, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Dipartimento di Medicina dei sistemi; Vanessa D'Antongiovanni, Università degli Studi di Pisa, Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale; Agnese Graziosi, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie; Natascia Guida, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Neuroscienze, Scienze riproduttive e Odontostomatologiche; Francesca Lazzara, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche; Giovanni Enrico Lombardo, Università Magna Graecia di Catanzaro, Dipartimento di Scienze della salute; Elena Lucarini, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento Neurofarba; Maria Giovanna Lupo, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Medicina; Federica Raucci, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Farmacia.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top