Login con

Pharma

06 Settembre 2022

Farmaceutica, Cattani (Farmindustria): inappropriato parlare di extraprofitti del settore

"È quanto mai non veritiero e inappropriato parlare di extraprofitti di un settore" come quello farmaceutico "che nel nostro Paese è un pilastro essenziale per la salute dei cittadini, l'economia e l'occupazione, cresciuta in questi anni di crisi molto più della media"


Marcello Cattani

"È quanto mai non veritiero e inappropriato parlare di extraprofitti di un settore" come quello farmaceutico "che nel nostro Paese è un pilastro essenziale per la salute dei cittadini, l'economia e l'occupazione, cresciuta in questi anni di crisi molto più della media (+9% negli ultimi 5 anni rispetto a +1% della media)". Lo afferma il presidente di Farmindustria, Marcello Cattani, riferendo come "da diversi giorni si sente incredibilmente parlare dell'urgenza di tassare gli extraprofitti - presunti dell'industria farmaceutica.

"Il nostro settore - rimarca Cattani - si confronta oggi in Italia con aumenti dei costi dell'energia del 600% rispetto a un anno fa, con un'inflazione di addirittura l'8,4% e con prezzi al consumo dei farmaci con prescrizione scesi dell'1%. Senza dimenticare la svalutazione dell'euro rispetto al dollaro, valuta con la quale si pagano i principi attivi che provengono per l'80% da Cina e India. E se di tassazione si deve parlare, ricordiamo quella che deriva dal cosiddetto payback, il ripiano dello sfondamento dei tetti di spesa farmaceutica pubblica palesemente sottostimati, costato sinora miliardi di euro alle imprese. L'industria farmaceutica - ricorda - non trasferisce sui prezzi finali, che sono negoziati e amministrati, l'aumento di questi costi.
Il leader degli industriali del farmaco sottolinea inoltre, come le imprese del settore "in questi anni così difficili hanno sempre dato il massimo per garantire la disponibilità dei farmaci ai cittadini. Non hanno mai fermato la produzione cambiando addirittura, spesso repentinamente, le linee produttive per evitare carenze di medicinali. È così che è stata assicurata la continuità delle cure ai pazienti. E anche in Italia, vero e proprio hub farmaceutico in Europa, sono state sempre in prima linea nella lotta contro il Covid, nella ricerca e nella produzione di vaccini e di terapie specifiche che hanno salvato milioni di vite. Contribuendo poi con donazioni, di circa 42 milioni di euro totali, compresi i farmaci e i beni (respiratori, dispositivi di protezione individuale, mascherine, gel disinfettante). Nel solo 2020 il lockdown è costato al Paese 13 miliardi di euro al mese di indebitamento pubblico. Vaccinazioni e farmaci hanno evitato che continuasse a crescere. Risultati ottenuti grazie alla partnership aperta e costruttiva con le Istituzioni e le autorità sanitarie".

Cattani - ribadendo l'inappropriatezza nel parlare di extraprofitti del settore - aggiunge: "Ci aspetteremmo piuttosto l'urgente definizione di una strategia nazionale per consolidare e rilanciare l'attrattività della filiera della salute. Vogliamo continuare a credere e investire nel Paese - conclude - con l'impegno di un settore che cresce molto sui mercati esteri e che è il primo al mondo per investimenti in ricerca e innovazione. Lasciatecelo fare senza pregiudizi ideologici''.

TAG: EXTRAPROFITTI, PHARMA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Assoutenti esprime profonda preoccupazione per l'attacco cibernetico subito da Synlab che ha portato alla pubblicazioni di molti terabyte di dati sensibili di pazienti ed invita quindi l’azienda ad...

17/05/2024

Francesco Di Raimondo, Docente Ordinario di Ematologia all’università degli Studi di Catania, intervistato da Sanità33, fa il punto sulle terapie per il mieloma multiplo e sui nuovi vuoti...

17/05/2024

Nel costante processo di evoluzione del settore sanitario italiano, un nuovo capitolo si è aperto con la sigla di un accordo di collaborazione con l’obiettivo di approfondire e promuovere scenari...

17/05/2024

Il test di Medicina del 28 maggio è vicino: sarà un concorsone in presenza nelle sedi universitarie come ai vecchi tempi. La convocazione è prevista per le ore 8.30 ma si parte alle 13. E saranno...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top