Login con

Eventi

15 Dicembre 2023

Ssn, 45 anni di storia. A Roma esperti a confronti tra traguardi e sfide future

I temi del terzo incontro del ciclo 'Principi Attivi', format promosso da Boehringer Ingelheim Italia, per approfondire alcuni temi fondamentali legati alla sanità 


Il modello italiano di sanità rappresenta un esempio di inclusione unico al mondo, ma non si può negare che l'equazione tra accesso alla salute ed equità sociale rimanga uno dei maggiori temi di discussione e rappresenti ancora un obiettivo da completare. Se n'è parlato a Roma, durante il terzo appuntamento del ciclo 'Principi Attivi', organizzato in occasione dei 45 anni del Servizio sanitario nazionale. "Da 45 anni il nostro Ssn - ha detto nel suo saluto introduttivo Morena Sangiovanni, presidente di Boehringer Ingelheim Italia - garantisce ai cittadini un'assistenza basata sulla centralità della persona, sulla valorizzazione delle professioni sanitarie e sulla collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati del sistema salute. In qualità di rappresentante di un'azienda che è 'principio attivo' di questo sistema, sono convinta che ora la priorità sia quella di tutelare la sanità pubblica cogliendo le opportunità che abbiamo a disposizione, a cominciare dall'utilizzo oculato delle risorse messe a disposizione dal Pnrr e dalla definizione di partnership pubblico-privato volte ad integrare le competenze per migliorare il servizio ai cittadini. Con un obiettivo comune: lavorare insieme perché i prossimi 45 anni del nostro Ssn continuino a realizzare in pieno, e sempre di più, la sua missione originaria". 



Al centro del confronto le prospettive della sanità in Italia, alla luce di come è evoluta negli anni per rispondere alle mutevoli esigenze di una popolazione in continuo cambiamento. Il format - voluto da Boehringer Ingelheim Italia per approfondire alcuni temi fondamentali legati alla sanità - si è soffermato sui momenti cardine della storia del Ssn raccontate dai diretti protagonisti, i già ministri della Salute Maria Pia Garavaglia, Renato Balduzzi e Beatrice Lorenzin. A seguire, temi come la disponibilità di professionisti  della salute, la digitalizzazione e l'introduzione dell'intelligenza  artificiale, il ruolo della medicina di prossimità, il coinvolgimento  dei pazienti dei percorsi della sanità, sono stati affrontati in una  tavola rotonda cui hanno partecipato il direttore Uoc Sistemi  informativi, patrimonio gestione della logistica e provveditorato,  portale della trasparenza di Agenas, Giulio Siccardi; il segretario  generale di Cittadinanzattiva, Anna Lisa Mandorino; la coordinatrice  del Dipartimento generale Segretariato italiano giovani medici,  Manuela Petino, e il vicepresidente dell'Ordine dei farmacisti di  Roma, Giuseppe Guaglianone.



Ad aprire i lavori il vicepresidente della Camera dei deputati sono stati Giorgio Mulè e l'amministratore straordinario della Asl Roma I, Giuseppe Quintavalle. 

TAG: SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top