Login con

Farmaci

13 Settembre 2023

Tumore al seno metastatico, rimborso per nuovo monoclonale farmaco-coniugato

Cambia lo standard di cura del tumore al seno metastatico in seconda linea. L'Agenzia italiana del farmaco ha approvato la rimborsabilità di trastuzumab deruxtecan, un nuovo anticorpo monoclonale farmaco-coniugato di Daiichi Sankyo e AstraZeneca, che migliora la sopravvivenza libera da progressione, il tasso di risposta e la qualità della vita dei pazienti


Cambia lo standard di cura del tumore al seno metastatico in seconda linea. L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha approvato la rimborsabilità di trastuzumab deruxtecan, un nuovo anticorpo monoclonale farmaco-coniugato di Daiichi Sankyo e AstraZeneca, che migliora la sopravvivenza libera da progressione, il tasso di risposta e la qualità della vita dei pazienti. Il trattamento - spiega una nota congiunta delle due aziende farmaceutiche - è indicato in pazienti con carcinoma mammario Her2-positivo non resecabile o metastatico, che hanno ricevuto uno o più precedenti regimi a base di anti-Her2. Approvato dalla Commissione europea a luglio 2022, la nuova terapia è stata riconosciuta dalle Linee guida della Società europea di oncologia medica (Esmo) come standard di cura in seconda linea nel tumore della mammella metastatico Her2-positivo.

In Italia vivono circa 52mila persone con tumore della mammella metastatico, un numero in costante aumento, e il 20% presenta una sovraespressione della proteina Her2. Nello studio registrativo Destiny-Breast03, che ha arruolato 524 pazienti, la sopravvivenza libera da progressione mediana è quadruplicata passando a 28,8 mesi con trastuzumab deruxtecan rispetto a 6,8 mesi con trastuzumab emtansine (T-DM1), che finora ha rappresentato lo standard di cura. Ilnuovo trattamento ha dimostrato anche una riduzione del 36% del rischio di morte. Inoltre, il 77,4% dei pazienti era vivo a 2 anni, rispetto al 69,9% con T-DM1.

Quando la posta in gioco "è la vita delle persone - dichiara Mauro Vitali, Head of Oncology di Daiichi Sankyo Italia - la rapidità diventa un fattore cruciale e il gioco di squadra può fare la differenza. Grazie alla partnership che abbiamo avviato nel 2019 con AstraZeneca, questo anticorpo farmaco coniugato basato sulla tecnologia d'avanguardia DXd brevettata da Daiichi Sankyo ha visto un'accelerazione decisiva in termini di sviluppo e diffusione in tutto il mondo, ottenendo numerose designazioni di terapia innovativa e raggiungendo già nuovi segmenti di pazienti con elevati bisogni di cura insoddisfatti". Per Alessandra Dorigo, Head of Oncology di AstraZeneca Italia, "questi risultati sono il frutto della sinergia tra la competenza medico-scientifica e tecnologica di Daiichi Sankyo e la grande esperienza in oncologia e le risorse globali di AstraZeneca. L'obiettivo di cronicizzare il cancro è sempre più concreto e questa approvazione di Aifa, che cambia il paradigma terapeutico, è solo il primo passo". Le aziende hanno in sviluppo 22 studi clinici.

TAG: AZIENDE, FARMACEUTICA, TUMORI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

29/02/2024

UCB Pharma ha deciso di supportare l’iniziativa “ColorUp4RARE”, ideata da EURORDIS – Malattie Rare Europa, Associazione europea che ha istituito questa...

29/02/2024

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare 2024, Sanofi lancia la sua campagna “La Ricerca più Preziosa” volta a dare il proprio contributo di...

29/02/2024

Il gruppo chimico-farmaceutico Zambon con sede a Bresso nel Milanese, attraverso la controllata elvetica Zambon Biotech, ha siglato con la statunitense Amneal...

29/02/2024

L’Emilia-Romagna è stata considerata fino ad oggi una tra le regioni italiane all’avanguardia nel campo della terapia con radioligandi (RLT), che rappresenta...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top