Login con

Medicina

19 Maggio 2023

Salute mentale, una priorità tra stigma e sfide nella presa in carico

Grazie alla Legge Basaglia, l’Italia è stato il primo Paese a smantellare gli istituti psichiatrici, tristemente noti come manicomi, riconoscendo il diritto delle persone con fragilità psichiche di essere assistiti con dignità. Ma dopo 45 anni dalla sua approvazione, si discute ancora sulle modalità di attuazione della legge e sullo stigma sociale legato alla malattia mentale


Grazie alla Legge Basaglia, l’Italia è stato il primo Paese a smantellare gli istituti psichiatrici, tristemente noti come manicomi, riconoscendo il diritto delle persone con fragilità psichiche di essere assistiti con dignità. Ma dopo 45 anni dalla sua approvazione, si discute ancora sulle modalità di attuazione della legge e sullo stigma sociale legato alla malattia mentale che, purtroppo, è ancora presente.
Di questo tema hanno parlato gli ospiti della prima puntata di “Principi Attivi”, ciclo di eventi promossi da Boehringer Ingelheim Italia per affrontare alcune tra le priorità più impellenti di Salute Pubblica, a partire dai fondamenti legislativi fino all’impatto sui pazienti, le famiglie e la società.
“Attraverso il format “Principi Attivi”, vogliamo parlare di alcune tra le più urgenti sfide sanitarie, per incentivare un dibattito che metta a confronto prospettive ed esperienze diverse – ha dichiarato in apertura dell’evento Morena Sangiovanni, Presidente del Gruppo Boehringer Ingelheim Italia – Inauguriamo questo ciclo di eventi con un tema complesso come la gestione della malattia mentale. La Legge Basaglia ha restituito dignità e diritti alle persone con fragilità mentali, ma a 45 anni dalla sua approvazione sono ancora tante le sfide aperte: dalla solitudine dei pazienti e delle loro famiglie, al sempre più forte bisogno di una presa in carico e di risposte terapeutiche efficaci. Questo è il punto di partenza della discussione di oggi che, mi auguro, porterà ispirazione per nuove proposte da concretizzare insieme”.

Il format prevede la conduzione della giornalista Nunzia De Girolamo e la presenza fissa dell’attore Dario Vergassola e dell’Avvocato Gabriele Sepio, che commenteranno gli interventi portando la prospettiva sociale e legislativa.
Il primo appuntamento, intitolato “La Salute Mentale a 45 anni dalla Legge Basaglia”, ha coinvolto l’On. Maurizio Lupi, componente della II Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, la Sen. Sandra Zampa, Componente della X Commissione permanente Affari Sociali, Sanità, Lavoro Pubblico e Privato, Previdenza Sociale del Senato della Repubblica, il prof. Giulio Corrivetti, Vicepresidente della Società Italiana di Psichiatria, il dott. Antonio Gallo, responsabile del Servizio Disagio Mentale della Comunità di Sant’Egidio, Carlo Riccini, Vicedirettore Generale e Direttore del Centro Studi Farmindustria.
Sul fronte della ricerca e dello sviluppo di nuove terapie, si sta investendo molto sulla salute mentale ma resta imprescindibile la necessità di un sistema di presa in carico efficace, raggiungibile attraverso la costruzione di una rete tra interlocutori diversi e complementari, come ha evidenziato Riccini: “Ad oggi sono in sviluppo 1600 farmaci e il 70% delle terapie digitali per la salute mentale. Questi dati dimostrano l’impegno della ricerca dell’industria farmaceutica in questo ambito. Al fine di renderlo ancora più efficace servono nuovi modelli di presa in carico più aderenti alle necessità delle persone e dei loro caregiver. Per questo è fondamentale lavorare in sinergia, unendo gli sforzi di industria, Istituzioni ed enti pubblici, perché la partnership è lo strumento più efficace per vincere le sfide e trovare soluzioni concrete.”

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top