Login con

Farmaci

09 Novembre 2022

Farmaceutica, Biontech: entrate 2022 da vendita vaccini Covid passa a 16-17 miliardi di euro

BioNTech prevede per il 2022 che i ricavi provenienti dal vaccino contro il Covid-19 saranno compresi tra i 16 e i 17 miliardi di euro, rispetto al range 13-17 miliardi diffuso in precedenza. L'aggiornamento - si legge in una nota - è legato alla fornitura di vaccini booster bivalenti adatti a Omicron iniziata a settembre


Farmaceutica, Biontech: entrate 2022 da vendita vaccini Covid passa a 16-17 miliardi di euro

BioNTech, azienda tedesca di biotecnologia e biofarmaceutica, prevede per il 2022 ricavi provenienti dal vaccino contro il Covid-19 compresi tra i 16 e i 17 miliardi di euro, rispetto al range 13-17 miliardi diffuso in precedenza. L'aggiornamento - si legge in una nota - è legato alla fornitura di vaccini booster bivalenti adatti a Omicron, che è iniziata all'inizio di settembre e dovrebbe continuare per tutto il quarto trimestre dell'anno, nonché prezzi più elevati e un effetto cambio positivo. Nel terzo trimestre dell'anno frenano, però, utili e fatturato. L'utile netto scende a circa 1,8 miliardi di euro contro i 3,2 miliardi del terzo trimestre 2021, mentre il fatturato cala da 6,1 a 3,5 miliardi. L'azienda partner dell'americana Pfizer nello sviluppo del vaccino anti-Covid Comirnaty* sottolinea che tali oscillazioni nei risultati trimestrali sono dettati dai mutamenti nel quadro pandemico.

Ma BioNTech non mira solo ai vaccini, guarda al futuro allargando i suoi orizzonti oltre Covid: «Il prossimo capitolo della nostra evoluzione sta diventando tangibile - dichiara il Ceo e co-fondatore, Ugur Sahin - Continuiamo a espandere il nostro portafoglio di vaccini contro Covid-19 e altre malattie infettive, e a far avanzare la nostra pipeline oncologica. Confermiamo il nostro impegno a migliorare la salute delle persone in tutto il mondo, sviluppando immunoterapie che sfruttino tutto il potenziale del sistema immunitario per combattere il cancro, le malattie infettive e altre gravi patologie», aggiunge l'amministratore delegato che ringrazia l'intero team «per le eccezionali prestazioni nei primi 9 mesi del 2022, che ci hanno permesso di essere la prima azienda a offrire un vaccino bivalente adattato alla variante BA.4/BA.5 a una velocità senza precedenti».

TAG: AZIENDE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Johnson & Johnson Innovative Medicine presenta la 'Patient Association Academy', un modello di collaborazione tra e organizzazioni civiche operanti in diverse aree terapeutiche. Il progetto è...

12/07/2024

Thermo Fisher Scientific Inc. ha annunciato il completamento dell'acquisizione di Olink Holding AB, leader nella fornitura di soluzioni proteomiche di nuova generazione. L'operazione valuta Olink...

12/07/2024

Le innovazioni basate sulla digitalizzazione, l'intelligenza artificiale e l'approccio data-driven sono gli elementi chiave per affrontare le sfide del sistema sanitario italiano, tra cui la carenza...

12/07/2024

Francesco Longo docente alla Sda Bocconi, direttore del Cergas e componente del Consiglio superiore di sanità, intervistato da Giuseppe Tandoi per Punto Effe parla delle prospettive del sistema...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top