Login con

sanità

11 Aprile 2023

Defibrillatori, firmato decreto per utilizzo in gare e allenamenti

Utilizzo dei defibrillatori automatici esterni, oltre a quelli semiautomatici negli allenamenti e nelle competizioni, e obbligo per le società sportive di condividere l'uso dei defibrillatori con tutti quelli che usufruiscono degli impianti. È quanto prevede il decreto firmato dal ministro della Salute, Orazio Schillaci, e dal ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi


Utilizzo dei defibrillatori automatici esterni (Dae), oltre a quelli semiautomatici negli allenamenti e nelle competizioni, e obbligo per le società sportive di condividere l'uso dei defibrillatori con tutti quelli che usufruiscono degli impianti. È quanto prevede il decreto firmato dal ministro della Salute, Orazio Schillaci, e dal ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, con cui si disciplina la certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e si danno linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e automatici e di eventuali altri dispositivi salvavita nelle competizioni e negli allenamenti.

Il provvedimento aggiorna il precedente decreto ministeriale del 2013 in attuazione di quanto disposto dalla legge 116/2021. Il Dae, viene spiegato in una nota, deve essere registrato presso la centrale operativa del sistema di emergenza sanitaria 118 territorialmente competente.

"Abbiamo colmato una lacuna dando seguito a una norma importante che interessa le tante associazioni sportive dilettantistiche presenti sul territorio nazionale - dichiara il ministro Schillaci - L'attività fisica è un importante fattore di promozione della salute ed è fondamentale garantire la tutela di chi la pratica". Schillaci aggiunge: "Abbiamo il dovere di adottare tutte le misure necessarie per salvaguardare la salute dei nostri ragazzi e degli sportivi che frequentano con entusiasmo e fiducia impianti e palestre in tutta Italia e la dotazione e i defibrillatori rappresentano indubbiamente una garanzia in più per la sicurezza di tutti".

"È ampiamente dimostrato che, in caso di un arresto cardiaco improvviso, un intervento di primo soccorso tempestivo e adeguato contribuisce a salvare fino al 30% in più delle persone colpite", ricorda il ministro della Salute.
"Il decreto firmato oggi con Schillaci - interviene Abodi - rappresenta una tappa importante del nostro rapporto di collaborazione e un ulteriore passo avanti nella tutela della salute di tutti i tesserati delle Asd e Ssd", associazioni e società sportive dilettantische, "iscritte al Registro del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri. Con questo atto si dà piena attuazione alla legge del 2021, che ha introdotto l'obbligo dei defibrillatori semiautomatici e automatici (Dae), da utilizzare seguendo le linee guida indicate, anche per gli allenamenti e nelle fasi di preparazione delle competizioni. Aumenta il profilo della tutela di tutti i praticanti di un'attività sportiva, non agonistica o amatoriale, e sarà possibile salvare la vita di chi subisce un arresto cardiocircolatorio, per cause cardiache e non cardiache".

TAG: SANITà GOVERNO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Assoutenti esprime profonda preoccupazione per l'attacco cibernetico subito da Synlab che ha portato alla pubblicazioni di molti terabyte di dati sensibili di pazienti ed invita quindi l’azienda ad...

17/05/2024

Francesco Di Raimondo, Docente Ordinario di Ematologia all’università degli Studi di Catania, intervistato da Sanità33, fa il punto sulle terapie per il mieloma multiplo e sui nuovi vuoti...

17/05/2024

Nel costante processo di evoluzione del settore sanitario italiano, un nuovo capitolo si è aperto con la sigla di un accordo di collaborazione con l’obiettivo di approfondire e promuovere scenari...

17/05/2024

Il test di Medicina del 28 maggio è vicino: sarà un concorsone in presenza nelle sedi universitarie come ai vecchi tempi. La convocazione è prevista per le ore 8.30 ma si parte alle 13. E saranno...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top