Login con

Farmaci

25 Settembre 2023

Prevenzione HIV, approvazione europea per cabotegravir

La Commissione Europea ha dato il via libera a cabotegravir, sia nella sua forma iniettabile a lunga durata d'azione che in compresse, ponendolo come un potente strumento nella lotta alla prevenzione dell'HIV. Gli studi condotti hanno evidenziato che il farmaco è efficace per la PrEP in combinazione con pratiche sessuali sicure, per ridurre il rischio di infezione da HIV-1


La Commissione Europea ha dato il via libera a cabotegravir, sia nella sua forma iniettabile a lunga durata d'azione che in compresse, ponendolo come un potente strumento nella lotta alla prevenzione dell'HIV. Gli studi condotti hanno evidenziato che il farmaco è efficace per la PrEP (profilassi pre-esposizione), in combinazione con pratiche sessuali sicure, per ridurre il rischio di infezione da HIV-1 in adulti e adolescenti ad alto rischio di almeno 12 anni di età e con un peso di almeno 35 kg.
La versione iniettabile del farmaco riduce drasticamente il numero di dosi necessarie: da 365 pillole all'anno si passa a un minimo di sei iniezioni all'anno. Questa decisione proviene da diverse evidenze riscontrate in alcuni studi clinici dove cabotegravir ha dimostrato un'efficacia superiore al trattamento orale giornaliero Ftc/Tdf nel ridurre il rischio di infezione. Deborah Waterhouse, Chief Executive Officer di ViiV Healthcare, una controllata di GSK che ha sviluppato il farmaco, ha dichiarato che "questa autorizzazione segna una tappa fondamentale per le persone in tutta l'Unione Europea. Si tratta di un'opzione innovativa di prevenzione dell'HIV a lunga durata d'azione e più adatta alle loro preferenze personali". "La PrEP a lunga durata d'azione, – ha aggiunto il Ceo - insieme ad altre strategie di prevenzione dell'HIV, svolge un ruolo importante nell'aiutare a risolvere alcuni criticità che alcuni pazienti possono riscontrare con le opzioni di PrEP orale".

Con circa 100.000 persone a cui viene diagnosticato l'HIV ogni anno in Europa, l'introduzione di nuove opzioni di prevenzione risulta fondamentale per ridurre la trasmissione dell'HIV e rispecchia gli sforzi globali e le raccomandazioni proposte dall'ONU. Attualmente, cabotegravir è approvato per l'uso negli Stati Uniti, Australia, Zimbabwe, Sud Africa, Malawi, Botswana e Brasile.

Cristoforo Zervos

TAG: AIDS, HIV

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), interviene alla tavola rotonda "L'evoluzione della farmacia e del farmacista tra nuovi servizi e...

22/04/2024

In Italia si registrano infatti oltre 31mila casi l'anno di neoplasie con mutazioni geniche, ovvero tumori che presentano particolari mutazioni di geni, e questo apre le porte ad una medicina di...

22/04/2024

Premiate a Roma da Farmindustria le 8 scuole che hanno partecipato al progetto Alternanza scuola lavoro nel settore farmaceutico. Un premio di 1.000 euro ciascuno che gli istituti dovranno...

22/04/2024

"Oggi celebriamo 90 anni di traguardi ma guardiamo alle nuove sfide che abbiamo davanti e che insieme sapremo affrontare per raggiungere altri importanti risultati". Lo ha sottolineato...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top