Login con

Eventi

20 Settembre 2023

Colite ulcerosa, Liris (Fdi): creare un registro della patologia per capire la vera portata

“La politica deve prendere atto del fenomeno della colite ulcerosa perché prima va capito e misurato, per poi mettere in atto una programmazione sanitaria che sia idonee e compliante rispetto alla grandezza del fenomeno”. A dirlo a Sanità33 è il senatore di Fratelli d'Italia Guido Liris


“La politica deve prendere atto del fenomeno della colite ulcerosa perché prima va capito e misurato, per poi mettere in atto una programmazione sanitaria che sia idonee e compliante rispetto alla grandezza del fenomeno. Ecco perché sarebbe importante istituire un registro della patologia per capirne la vera portata e poi andare a decidere quali sono i programmi sanitari di intervento”. A dirlo a Sanità33 è il senatore di Fratelli d'Italia Guido Liris, a margine della conferenza stampa ‘La gestione globale del paziente con colite ulcerosa: dalla qualità di vita alla sostenibilità per il sistema’, che si è tenuta al Senato.  



Il primo dato a cui far fronte è “la formazione e l'informazione dei medici base e delle farmacie, molto spesso quelle rurali sono il primo impatto del paziente interessato o del familiare per dare il giusto riconoscimento ai sintomi perché la diagnosi tempestiva può fare la differenza e dare avvio all' intervento successivo che è quello medico. L’assunzione tempestiva di farmaci, in molti casi, “va ad evitare e a scongiurare l'intervento chirurgico che molto spesso è demolitivo ed è invalidante”. “La colite ulcerosa è un tipo di patologia invalidante che colpisce in età giovanile, e nella maggior parte dei casi la malattia coinvolge negativamente anche gli ambiti lavorativi e sociali del paziente, pregiudicandone la qualità di vita, impattando anche sul sistema Paese. Pertanto, intervenire nel giusto modo e saper gestire questa patologia significa anche dare una mano allo Stato, in termini di risorse perché chiaramente si produce di più e si dà una qualità di vita migliore anche in termini lavorativi”.

Il senatore Liris fa riferimento anche alla recente approvazione in Senato del disegno di legge per lo screening di diabete di tipo 1 e celiachia nei bambini e negli adolescenti da 1 a 17 anni. “Il testo fissa l’avvio del programma pluriennale di screening su base nazionale a decorrere dall’anno 2024. Un intervento fondamentale perché la diagnosi precoce riduce le complicanze derivanti dalle due patologie”, dichiara il senatore. “Immaginiamo quello che significa intervenire nel giusto modo e nella giusta tempestività su diabete giovanile. Parliamo di bambini che devono approcciare al tema e al loro impatto con l'insulina in età precocissima. Saperlo, quindi, gestire e rendere anche questo tipo di gestione compliante con la scuola, può fare la differenza al termine di qualità di vita”, conclude Liris.  



Anna Capasso 

TAG: COLITE ULCEROSA, EDRA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), interviene alla tavola rotonda "L'evoluzione della farmacia e del farmacista tra nuovi servizi e...

22/04/2024

In Italia si registrano infatti oltre 31mila casi l'anno di neoplasie con mutazioni geniche, ovvero tumori che presentano particolari mutazioni di geni, e questo apre le porte ad una medicina di...

22/04/2024

Premiate a Roma da Farmindustria le 8 scuole che hanno partecipato al progetto Alternanza scuola lavoro nel settore farmaceutico. Un premio di 1.000 euro ciascuno che gli istituti dovranno...

22/04/2024

"Oggi celebriamo 90 anni di traguardi ma guardiamo alle nuove sfide che abbiamo davanti e che insieme sapremo affrontare per raggiungere altri importanti risultati". Lo ha sottolineato...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top