Login con

sanità

27 Gennaio 2023

L’approccio “One Health” è il metodo da adottare per prevenire e gestire future pandemie

Secondo una nuova serie di quattro articoli pubblicata su Lancet, The Lancet Series on One Health and Global Health Security, la pandemia di COVID-19 ha messo in luce molte debolezze nelle reti di sicurezza sanitaria globale, e l’unico modo per prevenire, monitorare e rispondere alle emergenze di salute pubblica in futuro sarà quello di implementare un approccio One Health


Secondo una nuova serie di quattro articoli pubblicata su Lancet, The Lancet Series on One Health and Global Health Security, la pandemia di COVID-19 ha messo in luce molte debolezze nelle reti di sicurezza sanitaria globale, e l’unico modo per prevenire, monitorare e rispondere alle emergenze di salute pubblica in futuro sarà quello di implementare un approccio One Health a livello globale, in cui le organizzazioni per la salute umana, animale e ambientale possano lavorare insieme.

«La pandemia di COVID-19 ha messo a fuoco in modo molto più nitido l'interconnessione tra salute umana, salute animale e stato dell'ambiente, e l'impatto catastrofico che ha avuto il fatto di sottovalutare le minacce che emergono in questa interfaccia. Mentre i paesi cercano di riprendersi dagli impatti della pandemia, l'adozione di approcci integrati One Health, con una piena considerazione dei loro principi di base, sarà la chiave per ottenere progressi significativi e ricostruire meglio» spiega Osman Dar, della Chatham House, Londra che ha guidato il gruppo di lavoro.

Gli esperti raccolti da Lancet chiedono quindi maggiori investimenti nell'approccio One Health, in particolare per sviluppare interventi preventivi e di preparazione alle emergenze sanitarie. Secondo i ricercatori, esistono prove evidenti dei vantaggi in termini di numero di vite umane e animali salvate e di risparmi finanziari derivanti da una più stretta cooperazione intersettoriale. Anche se saranno necessari miliardi di dollari statunitensi all'anno per avere un impatto reale sulla prevenzione e la preparazione a livello globale, questo investimento sarà pari a solo una piccola frazione della spesa che si sta rivelando necessaria per rispondere a un'emergenza sanitaria globale come la pandemia di COVID-19 e riprendersi dalla stessa.

L'analisi globale di One Health Networks rivela lacune e disparità nella distribuzione geografica e nelle strutture di collaborazione, rilevando più reti attive con sede in Europa e Nord America rispetto ad altre regioni.
I ricercatori sostengono che il movimento One Health debba liberarsi dalle strutture di potere incentrate nei paesi ad alto reddito per stabilire reti globali più egualitarie che affrontino l'ampiezza dei problemi e servano le comunità più colpite dalle minacce alla sicurezza sanitaria emergenti ed esistenti.
Inoltre, le priorità per il finanziamento devono andare oltre le sovvenzioni per un'industria accademica e di sviluppo con sede nei paesi ad alto reddito, e concentrarsi più da vicino sul trasferimento tecnologico misurabile e sull'autosufficienza nei paesi a basso e medio reddito.

Gli articoli hanno anche rilevato che le organizzazioni ambientaliste spesso non vengono considerate nella progettazione e nell'impostazione dell'agenda delle reti One Health, il che limita la misura in cui viene praticato un approccio One Health completo.

«Chiediamo approcci One Health che possano coinvolgere più organizzazioni di salute ambientale e della comunità per integrare meglio le questioni ambientali, della fauna selvatica e dell'agricoltura nell'affrontare le sfide relative alla diffusione delle malattie e alla minaccia di future pandemie» concludono gli autori.

The Lancet 2023
https://www.thelancet.com/series/one-health-and-global-health-security

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), interviene alla tavola rotonda "L'evoluzione della farmacia e del farmacista tra nuovi servizi e...

22/04/2024

In Italia si registrano infatti oltre 31mila casi l'anno di neoplasie con mutazioni geniche, ovvero tumori che presentano particolari mutazioni di geni, e questo apre le porte ad una medicina di...

22/04/2024

Premiate a Roma da Farmindustria le 8 scuole che hanno partecipato al progetto Alternanza scuola lavoro nel settore farmaceutico. Un premio di 1.000 euro ciascuno che gli istituti dovranno...

22/04/2024

"Oggi celebriamo 90 anni di traguardi ma guardiamo alle nuove sfide che abbiamo davanti e che insieme sapremo affrontare per raggiungere altri importanti risultati". Lo ha sottolineato...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top