Login con

Farmaci

28 Febbraio 2024

Antibiotici, ogni anno 12.000 decessi per infezioni resistenti. A Torino la campagna “Diagnostica e prevenzione

Le percentuali di resistenza agli antibiotici sono sempre superiori al 30%, in particolar modo su quegli agenti patogeni che sono direttamente o indirettamente responsabili di oltre 35mila decessi all'anno. I dati raccolti dalla Fondazione Gimbe, sono stati illustrati nel primo evento della campagna 'Diagnostica e Prevenzione: medicina, istituzioni, impresa, insieme per la salute dei cittadini'


Antibiotici, ogni anno 12.000 decessi per infezioni resistenti. A Torino la campagna “Diagnostica e prevenzione

Le percentuali di resistenza agli antibiotici sono sempre superiori al 30%, in particolar modo su quegli agenti patogeni che, anche a livello europeo, sono direttamente o indirettamente responsabili di oltre 35mila decessi all'anno. Di questi un terzo avviene in Italia. I dati raccolti dalla Fondazione Gimbe, sono stati illustrati nel primo evento - all'Unione Industriali di Torino - organizzato nell'ambito della campagna 'Diagnostica e Prevenzione: medicina, istituzioni, impresa, insieme per la salute dei cittadini', il cui scopo è di informare e sensibilizzare la società su problematiche di carattere infettivologico, alcune già sentite come l'antibiotico-resistenza e altre tornate rilevanti nel periodo post pandemico, come la tubercolosi latente e le infezioni materno fetali.  "I dati piemontesi sulla resistenza agli antimicrobici non si discostano molto dalle medie nazionali. Alcune resistenze, come quella di Pseudomonas aeruginosa ai carbapenemi, sono lievemente più alte del dato nazionale. La comunità scientifica piemontese è anche essa focalizzata sull'aumento generalizzato di alcuni ceppi multiresistenti di Enterococco, che presentano resistenze che superano il 40%. I dati vengono rilevati da uno specifico gruppo di lavoro (Glica) di lunga esperienza, che opera in coordinamento con l'Istituto Superiore di Sanità" ricorda Francesco Giuseppe De Rosa, direttore della Struttura Complessa Universitaria di Malattie Infettive della Città della Salute di Torino.  "Diasorin si impegna a fornire competenze scientifiche, conoscenze tecnologiche e capacità operative per trasformare gli argomenti trattati in soluzioni azionabili. Crediamo che la diagnostica di specialità sia importante per lo screening e la prevenzione, così come per supportare il disegno di un servizio sanitario in grado di affrontare e rispondere alle sfide future" afferma Giorgio Ghignoni, direttore scientifico di Diasorin.

TAG: ANTIBIOTICI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

Johnson & Johnson ha voluto promuovere, insieme ai diversi interlocutori del sistema Salute della Regione Lazio, un’iniziativa finalizzata ad individuare proposte in ambito organizzativo e...

15/07/2024

È disponibile in Italia per le persone con diabete, a partire dai 2 anni di età, il sensore FreeStyle Libre 2 Plus. Il sistema, che dura 15 giorni annuncia in una nota Abbott permette, con...

15/07/2024

La Commissione Europea, tramite HERA l'Autorità per la risposta alle emergenze sanitarie, ha presentato alla Critical Medicines Alliance un rapporto tecnico che valuta le vulnerabilità della catena...

15/07/2024

Se interrogati sul futuro della sanità, i giovani italiani puntano i riflettori sul superamento delle differenze, a partire da quelle socioeconomiche ritenute da 7 su 10 ‘under 30’ come la causa...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top