Login con

Medici

26 Aprile 2023

Riforma psichiatria, il ministro Schillaci convoca riunione

Ha destato impressione nell’opinione pubblica e nel Governo l’omicidio dell’ennesimo operatore sanitario, a Pisa, la psichiatra Barbara Capovani, aggredita selvaggiamente da un paziente davanti all’ospedale. E, dall’ordine ai sindacati, un coro di voci invita a guardare non tanto alle pene inasprite per chi aggredisce operatori sanitari


Ha destato impressione nell’opinione pubblica e nel Governo l’omicidio dell’ennesimo operatore sanitario, a Pisa, la psichiatra Barbara Capovani, aggredita selvaggiamente da un paziente davanti all’ospedale. E, dall’ordine ai sindacati, un coro di voci invita a guardare non tanto alle pene inasprite per chi aggredisce operatori sanitari quanto al dovere di Asl e ospedali di aiutarsi con la Polizia nel controllo e nella dissuasione.
"Nel corso di questi ultimi mesi abbiamo già iniziato ad affrontare il tema della salute mentale e della riforma delle procedure per l'assistenza nelle strutture residenziali psichiatriche. Mercoledì 26 aprile ci sarà una nuova riunione per la riorganizzazione del tavolo sulla psichiatria. Dobbiamo fare in modo che quanto accaduto a Barbara Capovani non si ripeta” ha dichiarato il ministro della Salute Orazio Schillaci. Anche il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato nell’unirsi al cordoglio sottolinea come “gli operatori sanitari e socio-sanitari sono l'espressione del nostro Servizio sanitario nazionale e la loro incolumità è una delle priorità di questo Governo. Per questo sono stati intensificati i controlli all'interno delle strutture sanitarie e ospedaliere e inasprite le pene, grazie al decreto-legge 34. Già da diversi mesi” aggiunge “si sta portando avanti un approfondimento tematico relativo alla salute mentale e il prossimo 26 aprile è prevista, al ministero della Salute, una nuova riunione per la riorganizzazione del tavolo sulla psichiatria", sottolinea Gemmato che si dice "vicino alla famiglia della dottoressa Capovani. Non posso che ringraziarli per aver rispettato la sua volontà di donare gli organi".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Assoutenti esprime profonda preoccupazione per l'attacco cibernetico subito da Synlab che ha portato alla pubblicazioni di molti terabyte di dati sensibili di pazienti ed invita quindi l’azienda ad...

17/05/2024

Francesco Di Raimondo, Docente Ordinario di Ematologia all’università degli Studi di Catania, intervistato da Sanità33, fa il punto sulle terapie per il mieloma multiplo e sui nuovi vuoti...

17/05/2024

Nel costante processo di evoluzione del settore sanitario italiano, un nuovo capitolo si è aperto con la sigla di un accordo di collaborazione con l’obiettivo di approfondire e promuovere scenari...

17/05/2024

Il test di Medicina del 28 maggio è vicino: sarà un concorsone in presenza nelle sedi universitarie come ai vecchi tempi. La convocazione è prevista per le ore 8.30 ma si parte alle 13. E saranno...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top