Login con

Medicina

22 Novembre 2022

Grandi ospedali, si è chiusa la prima edizione del meeting. Oltre 5mila partecipanti

Con oltre 5mila partecipanti si è chiusa a Firenze la prima edizione del meeting "Grandi ospedali". Un appuntamento che ha riunito i direttori generali dei più importanti ospedali del Paese, esponenti politici del Governo e delle Regioni, professionisti sanitari. L'evento sarà riproposto per le future edizioni anche in altre città


Con oltre 5mila partecipanti si è chiusa a Firenze la prima edizione del meeting dei grandi ospedali italiani, promosso dall'Azienda ospedaliero universitaria di Careggi. Un appuntamento che ha riunito i direttori generali dei più importanti ospedali del Paese, esponenti politici del Governo e delle Regioni, professionisti sanitari. Oltre 4mila gli accessi online per seguire l'evento, più di mille i partecipanti in presenza. “Grandi ospedali” sarà riproposto per le future edizioni anche in altre città - anticipano gli organizzatori - per proseguire il necessario dibattito sui temi della cura e dell'assistenza ospedaliera come punto di riferimento per la sanità italiana.

A conclusione del meeting è intervenuto anche il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani: "Il diritto alla salute - ha sottolineato - è uno dei principi costituzionali fondamentali. Una civiltà si misura dal livello di sanità che può assicurare e quella pubblica ne è il cardine, perché deve essere diffusa a tutti i cittadini. I grandi ospedali sono strutture che esprimono eccellenze nella tutela della salute e il confronto, come quello portato avanti in questi due giorni, è un aspetto fondamentale. Mi fa piacere che sia stata scelta l'azienda di Careggi per questo evento che si è sviluppato poi in modo positivo. Dobbiamo creare condizioni e strutture sempre migliori per trattenere i professionisti che oggi lasciano l'Italia. In questo senso, i 453 milioni del Pnrr destinati alla Toscana per il settore possono essere un aiuto a garantire nuove strutture sanitarie e infrastrutture diagnostiche".
"Vi è poi un aspetto economico su cui dovremo agire - ha proseguito il governatore - ma la sanità è una macchina complessa: rappresenta a livello nazionale 126 miliardi, la terza voce del bilancio statale dopo la previdenza e il sistema pubblico. I conti devono tornare, ma lavoriamo per avere soluzioni organizzative e condizioni motivazionali affinché il patrimonio di medici che viene creato nel nostro Paese resti al servizio dei cittadini".

"In pandemia - ha evidenziato Andrea Vannucci, consulente scientifico dell'open meeting 'Grandi ospedali' - ci siamo accorti di quanto le reti sul territorio fossero deboli e i Governi hanno quindi avviato una riforma dell'assistenza in questo ambito che era necessaria. Vedremo come progredirà, ci sono contesti e attori anche molto diversi tra loro. Adesso non dobbiamo fare l'errore però di dimenticare i grandi ospedali, luoghi dove facciamo ricerca, formiamo i professionisti e che devono mantenere il loro ruolo di leadership".
"Questo evento a Careggi - ha concluso Vannucci - è servito proprio per mettere sul tavolo tutte le iniziative che si stanno portando avanti, progetti con cui ci giochiamo il futuro. Il valore aggiunto anche per i grandi ospedali risiede nel lavoro di rete, perché può aiutare a trovare soluzioni più efficaci".

TAG: SALUTE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/04/2024

CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CompuGroup Medical Italia (CGM) Italia presenta, in occasione della partecipazione a Exposanità, i suoi innovativi software integrati con...

18/04/2024

Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all' equità di genere. È con questo...

18/04/2024

Le note dell’arancia amara rimandano ai ricordi lontani, così come quelle fresche del neroli o del petit grain delle foglie. Con l’intento di risvegliare la memoria olfattiva condivisa da...

18/04/2024

Le malattie cardio, cerebro e  vascolari, che rappresentano ancora oggi la prima causa di mortalità  in Italia con oltre 216.000 decessi nel 2021 pari al 31% dei decessi  complessivi avvenuti...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top