Login con

Aifa

05 Luglio 2024

Aifa, Schillaci: la riforma sta funzionando. Cattani: dimezzare i tempi di accesso ai farmaci

"Non possono esserci differenze tra Nord e Sud, questo è un nostro punto debole e chiedo sempre la collaborazione delle regioni. Devo dire che la modifica di Aifa sta funzionando, la Commissione unica ha approvato molte pratiche inevase". Lo ha detto il ministro della Salute Orazio Schillaci intervenendo all'Assemblea di Farmindustria


Aifa, Schillaci: la riforma sta funzionando. Cattani: dimezzare i tempi di accesso ai farmaci

"Le novità farmaceutiche devono arrivare in tempi rapidi e devo essere rese accessibili velocemente indipendentemente da dove si vive e da quanto si guadagna. Non possono esserci differenze tra Nord e Sud, questo è un nostro punto debole e chiedo sempre la collaborazione delle regioni. Devo dire che la modifica di Aifa sta funzionando, la Commissione unica ha approvato molte pratiche inevase, i primi risultati sui tempi medi per valutare le nuove pratiche sono scesi da 500 a 250 giorni. È chiaro che è un processo che è appena iniziato, è un processo importante, non possiamo non dare agli italiani le innovazioni farmaceutiche". Lo ha detto il ministro della Salute Orazio Schillaci intervenendo all'Assemblea di Farmindustria a Roma.

Con l'Aifa "abbiamo creato un gruppo di lavoro congiunto con obiettivi molto chiari: velocizzare i tempi e abbatterli del 50% per dare accesso ai farmaci" ha sottolineato nel suo intervento a margine dell’assemblea, il presidente di Farmindustria, Marcello Cattani.  I tempi di approvazione di un nuovo farmaco "oggi in Italia sono di 14 mesi, in Germania è praticamente zero", ha chiarito il presidente Farmindustria che ha invitato ad adottare un approccio basato sulla "concretezza": "l'Ema approva, subito l'Italia approva e si dà il via al percorso di negoziazione in modo tale da rendere subito disponibili i farmaci ai cittadini", ha spiegato.  Inoltre, ha proseguito Cattani, occorre "una logica regolatoria che passi dal costo e dal maggiore sconto all'idea di investimento". Per farlo è necessario passare a una valutazione degli 'outcome', cioè "la dimostrazione del valore, dei benefici clinici, economici, previdenziali sociali, diretti e indiretti del farmaco", ha concluso il presidente di Farmindustria. 

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

Johnson & Johnson ha voluto promuovere, insieme ai diversi interlocutori del sistema Salute della Regione Lazio, un’iniziativa finalizzata ad individuare proposte in ambito organizzativo e...

15/07/2024

È disponibile in Italia per le persone con diabete, a partire dai 2 anni di età, il sensore FreeStyle Libre 2 Plus. Il sistema, che dura 15 giorni annuncia in una nota Abbott permette, con...

15/07/2024

La Commissione Europea, tramite HERA l'Autorità per la risposta alle emergenze sanitarie, ha presentato alla Critical Medicines Alliance un rapporto tecnico che valuta le vulnerabilità della catena...

15/07/2024

Se interrogati sul futuro della sanità, i giovani italiani puntano i riflettori sul superamento delle differenze, a partire da quelle socioeconomiche ritenute da 7 su 10 ‘under 30’ come la causa...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top