Login con

Farmaci

06 Giugno 2023

Resistenza antimicrobica, Parlamento europeo adotta raccomandazioni per uso prudente antibiotici

Uso prudente degli antibiotici, ricerca per combattere la resistenza antimicrobica, promozione dell'innovazione e migliore coordinamento per fronteggiare la carenza di medicinali, sviluppo di strategie nazionali e ulteriore legislazione se le azioni raccomandate si rivelassero insufficienti nella lotta contro l’antibiotico resistenza


In un'ottica di sostenibilità del nostro Ssn e di capacità di programmazione non possiamo ignorare che la vera emergenza è la capacità di attrattività del nostro servizio sanitario che deve offrire ai medici e agli infermieri prospettive di carriera e incentivi economici per arrestarne la fuga'' a sottolinearlo ieri nel suo intervento all'Università Cattolica sede di Roma per la 28.esima edizione della Conferenza annuale Ehma, l'European Health Management  Association (Ehma), il ministro della Salute Orazio Schillaci.

"Abbiamo iniziato a muovere primi e importanti passi per arginare quest'esodo: adottando misure dirette al miglioramento delle retribuzioni degli operatori sanitari, con particolare attenzione a coloro che operano nei pronto soccorso - ha ricordato - aumentando le retribuzioni per il lavoro straordinario di medici e infermieri impegnati nei servizi di emergenza e urgenza, abolendo il vincolo di esclusività per gli infermieri e contenendo il ricorso a personale medico temporaneo (gettonisti). Un fenomeno, quest'ultimo, che non riusciremo a lasciarci del tutto alle spalle se non supereremo il blocco del turn over, che negli ultimi 15 anni non ha consentito alle Regioni di assumere personale''.

Un pensiero condiviso dal Presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici, Filippo Anelli che commentando le parole del ministro ha sottolineato che "la vera emergenza, la vera minaccia per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, è la mancanza di attrattività. Occorre offrire ai medici e agli altri professionisti prospettive di carriera e incentivi economici per arrestarne la fuga. È necessario valorizzare la risorsa del personale sanitario che è strategica per la qualità delle cure erogate".
"Il Governo, grazie alle iniziative del ministro – constata Anelli - sta procedendo speditamente in questa direzione, dando concretezza alle affermazioni. Ha compreso che, per aumentare l'attrattività del Servizio sanitario nazionale e scongiurare gli abbandoni, bisogna mettere i medici e i professionisti nelle condizioni migliori in cui lavorare: prevedere incentivi economici e di carriera, meccanismi di premialità, prevenire le denunce infondate e gli episodi di violenza".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top