Login con

sanità

13 Febbraio 2023

Anziani, Sigg e Sigot: servono ospedali senza mura e specialisti in cabina di regia

"Da una parte, 'mettere gambe all'ospedale' ovunque ci sia bisogno di assistenza. Dall'altra parte, mettere al centro la figura del geriatra per una valutazione standardizzata dei bisogni clinico-assistenziali dell'anziano, sia in termini diagnostici che di interventi di cura". Queste le proposte degli specialisti della Società italiana di gerontologia e geriatria e della Società italiana di geriatria ospedale e territorio


"Da una parte, 'mettere gambe all'ospedale' che non è più in un luogo, ma ovunque ci sia bisogno di assistenza, soprattutto per la cura degli anziani cronici e fragili. Dall'altra parte, mettere al centro la figura del geriatra per una valutazione standardizzata e omogenea dei bisogni clinico-assistenziali dell'anziano in ospedale, sia in termini diagnostici che di interventi di cura, per indirizzarlo a casa o in strutture adeguate come Rsa e hospice". Queste le proposte degli specialisti della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg) e della Società italiana di geriatria ospedale e territorio (Sigot), presentate in una recente audizione al Senato sul disegno di legge 506 relativo alle politiche in favore delle persone anziane.

"Serve compiere un cambio di paradigma culturale e un salto operativo che la pandemia, semmai ce ne fosse stato bisogno, ha evidenziato con crudele realismo - dichiarano Andrea Ungar, presidente Sigg, e Alberto Pilotto, presidente Sigot - La riorganizzazione di un efficiente sistema di cure domiciliari è una strada obbligata e non più rinviabile per avvicinare l'Italia alle migliori prassi europee e garantire una migliore qualità della vita dei più fragili, allontanandoli il più possibile dall'ospedale. Quello che proponiamo è la formula dell''ospedale senza muri', un nuovo modello di continuità assistenziale che prevede vere e proprie 'squadre mobili di pronto intervento' che portano, nei limiti del possibile, diagnosi e cura dall'ospedale a casa del paziente. Un modello nato a Firenze - il Girot (Gruppo di intervento rapido ospedale territorio) - in collaborazione tra geriatri ospedalieri e medici di famiglia, che si è rivelato già vincente, riducendo ricoveri e mortalità, e che potrebbe diventare lo standard nazionale e rendere effettivamente operativi gli interventi per migliorare la qualità dell'assistenza degli anziani contenuti nel disegno di legge delega".

"Nel quadro di una riforma organica, pragmatica e lungimirante - proseguono Ungar e Pilotto - il geriatra può e deve avere un ruolo chiave e guidare la 'cabina di regia' nella valutazione in ospedale dei bisogni clinico-assistenziali degli anziani più fragili e complessi e negli interventi di cura e assistenza. È quindi necessaria la presenza costante e omogenea del geriatra in tutti i reparti, dal pronto soccorso ai reparti internistici fino a quelli chirurgici, per migliorare il dialogo tra ospedale e territorio e indirizzare il paziente tra il ventaglio dei servizi offerti".

Nell'audizione al Senato, Sigg e Sigot hanno sottolineato anche l'importanza di aumentare la presenza dei geriatri nelle Rsa. "La pandemia - afferma Ungar - ha messo in luce la situazione critica in cui versano molte delle 7mila Rsa presenti sul territorio. Basta pensare che il geriatra è presente solo in una Rsa su 10. Appare sempre più chiaro e necessario potenziare questa figura anche all'interno di tali strutture, per garantire standard di cura e assistenza adeguati e uniformi". Infine, secondo gli specialisti "è necessaria una riforma culturale per contrastare la solitudine e la deprivazione relazionale, purtroppo molto diffusa tra gli anziani. In aggiunta alla promozione di attività culturali e di associazionismo, la compagnia di un animale domestico potrebbe migliorare il benessere anche mentale dell'anziano".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), interviene alla tavola rotonda "L'evoluzione della farmacia e del farmacista tra nuovi servizi e...

22/04/2024

In Italia si registrano infatti oltre 31mila casi l'anno di neoplasie con mutazioni geniche, ovvero tumori che presentano particolari mutazioni di geni, e questo apre le porte ad una medicina di...

22/04/2024

Premiate a Roma da Farmindustria le 8 scuole che hanno partecipato al progetto Alternanza scuola lavoro nel settore farmaceutico. Un premio di 1.000 euro ciascuno che gli istituti dovranno...

22/04/2024

"Oggi celebriamo 90 anni di traguardi ma guardiamo alle nuove sfide che abbiamo davanti e che insieme sapremo affrontare per raggiungere altri importanti risultati". Lo ha sottolineato...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top