Login con

Farmaci

25 Settembre 2023

Cattani (Farmindustria): il 45% dei farmaci in sviluppo è biotech. La quota crescerà

"Il 45% dei 20mila farmaci in sviluppo nel mondo è di origine biotecnologica e una percentuale analoga si riscontra per gli studi clinici in Italia. Una quota destinata a crescere nel futuro". Lo dichiara il presidente di Farmindustria Marcello Cattani, in occasione della Biotech Week 2023


"Il 45% dei 20mila farmaci in sviluppo nel mondo è di origine biotecnologica e una percentuale analoga si riscontra per gli studi clinici in Italia. Una quota destinata a crescere nel futuro". Lo dichiara il presidente di Farmindustria Marcello Cattani, in occasione della Biotech Week 2023 che si apre oggi, promossa nel nostro Paese da Assobiotec-Federchimica. "Il numero di Next Generation Therapeutics - che includono terapie geniche, cellulari somatiche, di ingegneria tissutale - in sviluppo a livello globale è cresciuto del 20% all'anno dal 2017 al 2022. Farmaci e vaccini che, insieme a quelli di sintesi chimica - sottolinea il numero uno dell'associazione nazionale imprese farmaceutiche - costituiscono una pipeline innovativa molto vitale e sono fondamentali per la domanda di salute dei cittadini, la crescita economica e la sicurezza nazionale".

"L'innovazione dell'industria farmaceutica sta vivendo un momento di grande accelerazione - evidenzia Cattani - anche grazie al contributo che la digitalizzazione e l'intelligenza artificiale offrono ai ricercatori così da raggiungere traguardi importanti per un numero sempre maggiore di patologie. Con un contesto attrattivo per gli investimenti e regole adatte alla tutela della proprietà intellettuale e alla rapidità dell'innovazione - auspica il presidente di Farmindustria - l'Italia e l'Europa potranno beneficiare di una parte importante degli ingenti investimenti in R&S - 1.600 miliardi di dollari - che le aziende farmaceutiche realizzeranno nel mondo tra il 2023 e il 2028. Il più grande investimento a livello internazionale per migliorare la salute dei pazienti e per recuperare un gap competitivo che ci vede ancora indietro soprattutto rispetto a Usa e Cina".

TAG: FARMACEUTICA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

29/02/2024

UCB Pharma ha deciso di supportare l’iniziativa “ColorUp4RARE”, ideata da EURORDIS – Malattie Rare Europa, Associazione europea che ha istituito questa...

29/02/2024

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare 2024, Sanofi lancia la sua campagna “La Ricerca più Preziosa” volta a dare il proprio contributo di...

29/02/2024

Il gruppo chimico-farmaceutico Zambon con sede a Bresso nel Milanese, attraverso la controllata elvetica Zambon Biotech, ha siglato con la statunitense Amneal...

29/02/2024

L’Emilia-Romagna è stata considerata fino ad oggi una tra le regioni italiane all’avanguardia nel campo della terapia con radioligandi (RLT), che rappresenta...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top