Login con

Medici

09 Ottobre 2023

Continuità assistenziale, Maio (Fimmg): effetti positivi da emendamento Schifone


Un milione e 500 mila: tanti sono i cittadini che hanno ritrovato il medico di famiglia grazie all’applicazione dell’emendamento Schifone che, inserito nel decreto-legge 51 di questa primavera, consente a chi ha un incarico settimanale di 24 ore in continuità assistenziale (nonché ai frequentatori del corso di medicina generale che si candidano ad un ambito carente e vi prendono studio) di avere subito mille assistiti anziché fermarsi a 650, come in passato, per “incompatibilità”. Il dato emerge dalla sessione plenaria della Continuità assistenziale tenuta a Villasimius (Sud Sardegna) all’81esimo Congresso Nazionale Fimmg. A certificare le criticità del periodo pandemico e post pandemico, sono i dati della Sisac, l’agenzia della contrattazione, sottolineati dal segretario nazionale di Fimmg Continuità assistenziale Tommasa Maio.

«Il numero dei colleghi di guardia medica segnalati dalla Sisac nel 2021 – spiega Maio - era di circa 20 mila incaricati. Nel 2020 erano state erogate 21.600.087 ore di attività di Continuità assistenziale, ma nel 2022 il numero si era drammaticamente ridotto a sole 13.282.783 ore di attività. Un calo evidente dovuto non solo alla carenza di medici, ma soprattutto all’estromissione dei titolari al momento in cui raggiungevano i 650 pazienti come medici di famiglia». È in questo contesto che ha trovato un’efficace attuazione l’emendamento al DL Enti Pubblici voluto dall’Onorevole Marta Schifone, oggi pienamente efficace, che ha assicurato ai medici a doppio incarico ad attività oraria e fiduciaria di assistenza primaria di esercitare il diritto di conservare, fino al raggiungimento di mille assistiti, la propria attività a 24 ore settimanali nel servizio di continuità assistenziale.

All’Onorevole Marta Schifone, presente al congresso Fimmg, il segretario nazionale Maio ha rivolto parole di apprezzamento per un impegno che ha permesso di recuperare grandi sacche di assistenza a favore dei cittadini. «Chiaramente i dati Sisac non possono ancora certificare questo trend in rialzo - ha chiarito Maio - ma il prossimo anno gli effetti dell’emendamento saranno evidenti». Resta da lavorare su un’omogenea applicazione della norma, visto che allo stato le aree della Penisola vedono un andamento a macchia di leopardo. «Rileviamo che nelle regioni del Nord l’emendamento Schifone trova una piena applicazione – conclude il segretario nazionale Maio – mentre al Centro Italia si arriva ad un meno efficace 71% e al Sud e Isole addirittura siamo al 67%. Un dato probabilmente fisiologico, ma sul quale si dovrà intervenire».

TAG: FIMMG

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

21/02/2024

Condividere conoscenze e strategie innovative per alzare sempre di più l’asticella nel Settore Sanitario Italiano. Con questa ambizione nasce il progetto "Grandi...

21/02/2024

'Per quanto riguarda la dengue, la situazione è sotto controllo. Siamo allertati, stiamo facendo tutto ciò che necessario, però per il momento siamo tranquilli"....

21/02/2024

Astrazeneca balza in borsa, facendo registrare un importante aumento del valore delle sue azioni nel mercato londinese, che guadagna più del 3,5%. L’aumento del...

21/02/2024

Alvotech, ha annunciato pochi giorni fa una serie di accordi con il colosso farmaceutico Johnson & Johnson per il lancio entro l'anno di una versione biosimilare...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top