Login con

sanità

19 Settembre 2023

Fondo sanitario, Lorenzin (Pd): per la sanità 4 miliardi sono pochi ma magari ci fossero

"Sia le Regioni che il ministro" della Salute, Orazio "Schillaci, chiedono almeno 4 miliardi per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale. È evidente quindi che sono pochi, ma da ex ministro dico sinceramente: magari ci fossero". Lo scrive su Facebook Beatrice Lorenzin


"Sia le Regioni che il ministro" della Salute, Orazio "Schillaci, chiedono almeno 4 miliardi per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale. Le risorse servono però per coprire l'inflazione con 2 miliardi e il costo del payback dei dispositivi medici con 1 miliardo; quindi, ne resta solo uno per coprire tutte le altre necessità, a partire dal risolvere il tema dell'attrattività del personale sanitario (con migliori stipendi e migliori prospettive di carriera), affrontare la questione delle liste d'attesa e della medicina del territorio. È evidente quindi che 4 miliardi sono pochi, ma da ex ministro dico sinceramente: magari ci fossero". Lo scrive su Facebook Beatrice Lorenzin, vicepresidente dei senatori del Pd ed ex ministro della Salute.

"Per le liste d'attesa - si legge nel post - la soluzione ventilata dalla maggioranza di incrementare la spesa sulla sanità privata per la condivisione le agende, per di più già prevista per legge, non risolve il tema, anzi rischia di trascurare la seria necessità di impedire il continuo depauperamento della sanità pubblica che, dalla prevenzione fino alla medicina d'urgenza, va necessariamente potenziata. Bisogna supportare le strutture pubbliche e la quantità di prestazioni erogate e per far ciò le nozze con i fichi secchi non possiamo farle".

"Quali sono le priorità sul recupero delle liste d'attesa che vuole raggiungere il Governo? Quante ore aggiuntive di prestazioni erogate devono essere garantite?", chiede Lorenzin. "Bisogna stabilire compiti e obiettivi - conclude - così da comprendere lo sforzo economico da mettere in campo. Detassare gli straordinari come proposto può essere una strada, che ricordo necessita comunque di coperture finanziarie, ma certamente non risolve il problema".

TAG: FONDO SANITARIO, SANITà GOVERNO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top