Login con

Governo e Parlamento

13 Luglio 2023

Alzheimer, Schillaci: per le malattie neurodegenerative è importante la diagnosi precoce

Puntare sulla ricerca e sulla diagnosi precoce. È questo in estrema sintesi il messaggio del ministro della Salute Orazio Schillaci che ha parlato a margine dell'incontro 'Alzheimer e neuroscienze: una priorità per il Paese' in corso alla Camera dei Deputati


Puntare sulla ricerca e sulla diagnosi precoce. È questo in estrema sintesi il messaggio del ministro della Salute Orazio Schillaci che ha parlato a margine dell'incontro 'Alzheimer e neuroscienze: una priorità per il Paese' in corso alla Camera dei Deputati.
"Le malattie neurodegenerative - ha detto - rappresentano un grande problema sociale che coinvolge i pazienti e le loro famiglie perché incide profondamente sulla qualità della vita delle famiglie". "Bisogna puntare sulla ricerca - ha aggiunto - e sperare che ci siano delle terapie risolutive che possano non solo rallentare l’evolvere di queste patologie, ma bloccarla. È, inoltre, importante che ci sia una diagnosi precoce che possa consentire di affrontare la malattia nel momento in cui non ha dato ancora i principali segno di se su questo c'è l'impegno mio di e del Governo".



Schillaci ha sottolineato, inoltre, che è necessaria "una presa in carico più efficace e vicina ai bisogni sociosanitari, in un'ottica di prossimità e continuità assistenziale, da perseguire attraverso l'integrazione fra tutti i presidi territoriali ma a partire dall'idea della Casa come primo luogo di cura".
Secondo il ministro è inoltre "cruciale ripotare le malattie neurodegenerative al centro dell'agenda politica e portare avanti un ampio piano, già avviato, e che comprende azioni e investimenti su più fronti. In particolare, alla riforma dell'assistenza territoriale, progettata attraverso i fondi del PNRR". "A tale riguardo mi preme sottolineare - ha affermato - il grande lavoro che si sta portando avanti per potenziare l'Assistenza domiciliare: abbiamo già assegnato alle Regioni 2,7 miliardi di euro e contiamo già circa 200mila nuovi assistiti fra gli over 65".
Negli ultimi anni, ha ricordato infine, molto si è fatto: è nata "la Rete degli IRCCS delle Neuroscienze e della Neuroriabilitazione che annovera oggi 30 Istituti" e da questa è sorta la rete degli Istituti Virtuali Nazionali Demenze.
"Ricordo poi il Piano Nazionale Demenze, in seguito al quale è nato il Tavolo Permanente sulle Demenze e istituito il 'Fondo per l'Alzheimer e le demenze' con una dotazione di 5 milioni di euro l'anno", ha concluso il ministro.

TAG: SCHILLACI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top