Login con

Ricerca

09 Novembre 2023

Cellule Car-T, regione Lombardia premia due scienziati Usa. Collaboreranno con Irccs regionali

È stato consegnato al Teatro alla Scala di Milano dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e dall'assessore con delega a Università, Ricerca e Innovazione Alessandro Fermi a due medici e studiosi americani, Steven A.Rosenberg, chirurgo e immunologo statunitense che lavora ai National Institutes of Health a Bethesda, Maryland, e Carl H.June, oncologo e immunologo statunitense


È stato consegnato al Teatro alla Scala di Milano dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e dall'assessore con delega a Università, Ricerca e Innovazione Alessandro Fermi a due medici e studiosi americani, Steven A.Rosenberg, chirurgo e immunologo statunitense che lavora ai National Institutes of Health a Bethesda, Maryland, e Carl H.June, oncologo e immunologo statunitense, attualmente professore nella Scuola di Medicina Perelman dell'Università di Pennsylvania, il Premio Internazionale 'Lombardia è Ricerca'. Si tratta di un riconoscimento da 1 milione di euro che dovrà essere utilizzato per il 70% per attività di studio e analisi da condurre in Lombardia.
Le cellule CAR-T, che non esistono in natura, possiedono la proprietà di riconoscere e uccidere in modo selettivo le cellule tumorali ma non quelle normali. Gli scienziati Usa (il tema di quest'anno era 'Modelli innovativi di cura, terapia e prevenzione') sono stati scelti da una giuria di 14 top scientist di livello internazionale, presieduta dal professor Marco Bianchi dell'Università Vita Salute San Raffaele di Milano incentrata sulla modifica genetica delle cellule T (le cellule immunitarie che uccidono cellule infettate e cellule tumorali) trasformandole in cellule 'intelligenti' esprimenti un recettore per antigeni tumorali (cellule CAR-T).

Rosenberg e June collaboreranno quindi con Irccs regionali in progetti di ricerca dedicati.
In particolare, June ha deciso di destinare il 70% del Premio per realizzare un'iniziativa di collaborazione continuativa tra il polo di eccellenza che ha creato a Philadelphia e un network di organismi di ricerca che stanno investendo sul tema delle CAR-T. La rete è promossa dagli IRCCS pubblici Istituto Nazionale dei Tumori, San Gerardo e Policlinico San Matteo. Questa rete, alla quale potranno aderire anche IRCCS privati quali San Raffaele e IEO, rappresenta il nucleo attorno a cui costruire un vero e proprio network lombardo che potrà includere anche gli altri centri che propongono ai propri pazienti terapie avanzate.

La consegna del 'Nobel' lombardo, dedicato alla memoria di Umberto Veronesi, è avvenuta al termine della sesta edizione della Giornata della Ricerca ideata e realizzata dalla Regione Lombardia per premiare la miglior scoperta scientifica nell'ambito delle Scienze della Vita.
"Il Premio assegnato a Rosenberg e June per le loro scoperte sull'utilizzo delle terapie cellulari nella lotta al cancro rappresenta un importante riconoscimento alla medicina d'avanguardia", ha affermato il figlio, il professor Paolo Veronesi, presidente di Fondazione Veronesi e Direttore divisione Senologia Chirurgica IEO.
"Oggi la ricerca- ha detto il presidente Attilio Fontana- fa passi da gigante nella lotta al nemico numero uno per la salute della collettività. Ne sarebbe fiero Umberto Veronesi, cui questa giornata è intitolata e dedicata. Premiamo due scoperte che si integrano per completarsi: il trasferimento cellulare adottivo di Rosenberg e la modifica genetica di cellule immunitarie di June".

Alla Scala oggi c'erano anche Gerry Scotti col vincitore di Amici 2023, Mattia Zenzola, per premiare gli studenti vincitori del Premio 'Lombardia è Ricerca' dedicato alle scuole.
Il primo progetto classificato, 'Kick On - Siete bravi nel vostro campo… lo sarete anche nel mio?', è stato messo a punto da tre studenti dell'Istituto Tecnico 'Cipriano Facchinetti' di Castellanza (Varese). È stato creato un prototipo di calcio balilla per disabili. Sul secondo gradino del podio la giuria ha piazzato 10 studenti della 4H dell'Iss 'Viganò' di Merate (Lecco), con il progetto intitolato 'Smartwear', studiato per rispondere alle necessità di Claudio, un bambino di 4 anni che ha avuto una paralisi cerebrale infantile. Sono poi 24 i ragazzi del liceo scientifico statale 'Vittorio Veneto' di Milano che si sono meritati il terzo posto grazie al progetto 'Healty rooms: live, treat and be well'. Il prodotto realizzato è un centro dedicato alla salute mentale costruito con una app di metaverso.
I giovani studenti hanno progettato e poi realizzato i prototipi che Regione Lombardia premierà con 15.000, 10.000 e 5.000 euro. Ulteriori 5.000 euro andranno a ognuno degli istituti di provenienza dei vincitori, per un totale di 45.000 euro.

TAG: CAR-T

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top