Login con

Farmaci

05 Maggio 2023

Tumore del polmone non a piccole cellule, rimborsato in Italia nuovo farmaco di precisione

Novartis annuncia la rimborsabilità di Capmatinib anche in Italia: un nuovo farmaco orale di precisione indicato per i pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule  METex14 mutato, in progressione dopo un trattamento con un inibitore di checkpoint immunitario e/o una chemioterapia a base di platino


Tumore del polmone non a piccole cellule, rimborsato in Italia nuovo farmaco di precisione

Novartis annuncia la rimborsabilità di Capmatinib (nome commerciale Tabrecta®) anche in Italia: un nuovo farmaco orale di precisione indicato per i pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) METex14 mutato, in progressione dopo un trattamento con un inibitore di checkpoint immunitario e/o una chemioterapia a base di platino. Il tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) rappresenta circa l’80-85% di tutti i carcinomi polmonari e nel 2022, in Italia, ha registrato circa 44.000 diagnosi e circa 34.000 decessi1. Si tratta di una patologia silenziosa che non dà sintomi evidenti nelle fasi precoci e che quindi nella maggior parte dei casi viene diagnosticata tardi, quando è già in una fase localmente avanzata (stadio IIIb) o metastatica (stadio IV). Circa la metà dei pazienti che sviluppano NSCLC può presentare mutazioni genetiche. In particolare, il 3-4% presenta la skipping dell’esone 14 di MET (METex14) che determina la perdita della trascrizione di una parte del gene, in genere mutualmente esclusiva rispetto alle altre mutazioni note2. A causa di questa mutazione le cellule tumorali producono una forma anomala della proteina MET.  


La mutazione METex14 favorisce la crescita e la proliferazione tumorale e rappresenta un fattore prognostico negativo, a cui si aggiunge l’età avanzata della popolazione coinvolta: infatti l’età mediana alla diagnosi è di 73,7 anni rispetto ai 64,2 anni della popolazione che non presenta questa mutazione3. In più, i pazienti con mutazione METex14 sviluppano una forma aggressiva di malattia e manifestano una alta incidenza di metastasi cerebrali o ossee, alle quali si associa una bassa sopravvivenza e un alto impatto sulla qualità della vita4.


Da sempre, Novartis è impegnata nell’area dell’oncologia con diverse opzioni di trattamento capaci di rispondere ai bisogni terapeutici dei pazienti. “Ora, con Capmatinib, andiamo ad aggiungere un nuovo tassello a questo nostro impegno offrendo una nuova opzione di cura ai pazienti italiani che convivono con il tumore del polmone non a piccole cellule con mutazione METex14. – commenta Paola Coco, CSO & Medical Affairs Head IM di Novartis Italia - Inoltre, l’impegno di Novartis nel tumore del polmone non si ferma qui, essendo attivi diversi programmi di ricerca e sviluppo sia nell’ambito della medicina di precisione che dell’immunoterapia, che hanno il potenziale di arricchire l’armamentario terapeutico a disposizione per queste neoplasie”.

TAG: NOVARTIS, TUMORE POLMONE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

19/07/2024

Il glioblastoma è il tumore cerebrale più aggressivo con un tasso di sopravvivenza a lungo termine inferiore al 2%. Nonostante la ricerca, la prognosi rimane infausta, ma nuove prospettive possono...

19/07/2024

Passi in avanti nella lotta contro il tumore grazie al lavoro dei ricercatori dell'Irst di Meldola, nel forlivese. Una nuova tripletta di farmaci potrebbe cambiare lo standard di cura dei pazienti...

19/07/2024

Dai problemi legati agli aspetti sociali a quelli in ambito familiare, come il rapporto con i figli o la sessualità, fino agli aspetti correlati al mondo del lavoro e all’inserimento...

19/07/2024

Nella perdurante assenza di una legge che regoli la materia, i requisiti per l'accesso al suicidio assistito restano quelli stabiliti dalla sentenza n. 242 del 2019, compresa la dipendenza del...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top