Login con

Eventi

26 Aprile 2023

Scienza, Fondazione Menarini lancia il progetto Dialogs Beyond Borders

Un ciclo di incontri con alcune delle menti più brillanti della scienza mondiale, tra cui 5 premi Nobel, per esplorare il loro approccio alla ricerca, ma anche alla vita e a temi che spaziano dall'etica, alla religione, fino all'attualità. È Dialogs Beyond Borders, un progetto realizzato da Fondazione Menarini online nella sezione 'House of Sciences'


Un ciclo di incontri con alcune delle menti più brillanti della scienza mondiale, tra cui 5 premi Nobel, per esplorare il loro approccio alla ricerca, ma anche alla vita e a temi che spaziano dall'etica, alla religione, fino all'attualità. È Dialogs Beyond Borders, un progetto realizzato da Fondazione Menarini online nella sezione 'House of Sciences' del portale della fondazione.
Nelle 15 videointerviste la storia dei protagonisti si intreccia con riflessioni sul rapporto tra scienza e Dio, sulle differenze e discriminazioni di genere nella scienza, fino alla guerra e all'importanza della comunicazione scientifica in situazioni d'emergenza, come ha insegnato la pandemia. "In un momento in cui il sapere scientifico svolge un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, ma è purtroppo percepito come una conoscenza di nicchia per un'élite di persone, abbiamo voluto lanciare un nuovo modo di comunicare la scienza mostrando il legame profondo esistente tra progresso scientifico e la quotidianità", dice Lorenzo Melani, presidente e direttore scientifico della Fondazione Menarini. "Speriamo che questa serie di incontri con "geni del sapere", così diversi ma intrinsecamente legati dalla loro passione e determinazione nel perseguire il sapere, possono essere di ispirazione per tutti noi e in particolare per i giovani", conclude.
Tra i temi affrontati nelle interviste, alcuni sono di grande attualità: il Premio Nobel per la pace nel 1985 Eric Chivian, per esempio, si concentra sul rischio nucleare: "C'è un livello alto di belligeranza in tutto il mondo, in un momento in cui abbiamo bisogno di più cooperazione internazionale per affrontare problemi come i cambiamenti climatici", dice Alessandro Vespignani, direttore del Network Science Institute alla Northeastern University di Boston, mette l'accento sui numerosi errori comunicativi fatti durante la pandemia. "La crisi è stata usata dalla politica e questo non sarebbe mai dovuto capitare nella gestione della pandemia", commenta. "Scienziati e media non siamo stati capaci di comunicare bene con il pubblico e spiegare loro come funziona la scienza", conclude.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

21/02/2024

Condividere conoscenze e strategie innovative per alzare sempre di più l’asticella nel Settore Sanitario Italiano. Con questa ambizione nasce il progetto "Grandi...

21/02/2024

'Per quanto riguarda la dengue, la situazione è sotto controllo. Siamo allertati, stiamo facendo tutto ciò che necessario, però per il momento siamo tranquilli"....

21/02/2024

Astrazeneca balza in borsa, facendo registrare un importante aumento del valore delle sue azioni nel mercato londinese, che guadagna più del 3,5%. L’aumento del...

20/02/2024

Si riduce l'uso del preservativo nei giovani tra gli 11 e i 24 anni. È uno dei dati che emerge dall’Osservatorio annuale 'Giovani e sessualità' - che Durex...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top