Login con

Eventi

26 Aprile 2023

Scienza, Fondazione Menarini lancia il progetto Dialogs Beyond Borders

Un ciclo di incontri con alcune delle menti più brillanti della scienza mondiale, tra cui 5 premi Nobel, per esplorare il loro approccio alla ricerca, ma anche alla vita e a temi che spaziano dall'etica, alla religione, fino all'attualità. È Dialogs Beyond Borders, un progetto realizzato da Fondazione Menarini online nella sezione 'House of Sciences'


Scienza, Fondazione Menarini lancia il progetto Dialogs Beyond Borders

Un ciclo di incontri con alcune delle menti più brillanti della scienza mondiale, tra cui 5 premi Nobel, per esplorare il loro approccio alla ricerca, ma anche alla vita e a temi che spaziano dall'etica, alla religione, fino all'attualità. È Dialogs Beyond Borders, un progetto realizzato da Fondazione Menarini online nella sezione 'House of Sciences' del portale della fondazione.
Nelle 15 videointerviste la storia dei protagonisti si intreccia con riflessioni sul rapporto tra scienza e Dio, sulle differenze e discriminazioni di genere nella scienza, fino alla guerra e all'importanza della comunicazione scientifica in situazioni d'emergenza, come ha insegnato la pandemia. "In un momento in cui il sapere scientifico svolge un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, ma è purtroppo percepito come una conoscenza di nicchia per un'élite di persone, abbiamo voluto lanciare un nuovo modo di comunicare la scienza mostrando il legame profondo esistente tra progresso scientifico e la quotidianità", dice Lorenzo Melani, presidente e direttore scientifico della Fondazione Menarini. "Speriamo che questa serie di incontri con "geni del sapere", così diversi ma intrinsecamente legati dalla loro passione e determinazione nel perseguire il sapere, possono essere di ispirazione per tutti noi e in particolare per i giovani", conclude.
Tra i temi affrontati nelle interviste, alcuni sono di grande attualità: il Premio Nobel per la pace nel 1985 Eric Chivian, per esempio, si concentra sul rischio nucleare: "C'è un livello alto di belligeranza in tutto il mondo, in un momento in cui abbiamo bisogno di più cooperazione internazionale per affrontare problemi come i cambiamenti climatici", dice Alessandro Vespignani, direttore del Network Science Institute alla Northeastern University di Boston, mette l'accento sui numerosi errori comunicativi fatti durante la pandemia. "La crisi è stata usata dalla politica e questo non sarebbe mai dovuto capitare nella gestione della pandemia", commenta. "Scienziati e media non siamo stati capaci di comunicare bene con il pubblico e spiegare loro come funziona la scienza", conclude.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

19/07/2024

Il glioblastoma è il tumore cerebrale più aggressivo con un tasso di sopravvivenza a lungo termine inferiore al 2%. Nonostante la ricerca, la prognosi rimane infausta, ma nuove prospettive possono...

19/07/2024

Passi in avanti nella lotta contro il tumore grazie al lavoro dei ricercatori dell'Irst di Meldola, nel forlivese. Una nuova tripletta di farmaci potrebbe cambiare lo standard di cura dei pazienti...

19/07/2024

Dai problemi legati agli aspetti sociali a quelli in ambito familiare, come il rapporto con i figli o la sessualità, fino agli aspetti correlati al mondo del lavoro e all’inserimento...

19/07/2024

Nella perdurante assenza di una legge che regoli la materia, i requisiti per l'accesso al suicidio assistito restano quelli stabiliti dalla sentenza n. 242 del 2019, compresa la dipendenza del...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top