Login con

SPECIALI


EUFluDay

11 Dicembre 2023

Il decalogo italiano per la vaccinazione dell’anziano e dei pazienti fragili

In concomitanza con la Giornata europea contro l’influenza è stato presentato alla Camera dei Deputati un Position Paper il cui obiettivo è fornire linee guida chiare per migliorare i tassi di copertura vaccinale contro l'influenza


Il decalogo italiano per la vaccinazione dell’anziano e dei pazienti fragili

In concomitanza alla Giornata europea contro l’influenza, anche in Italia – che continua a confrontarsi con basse coperture vaccinali contro l'influenza, specialmente tra le categorie più suscettibili alle complicanze – è stato stilato un documento calibrato sulla realtà sanitaria del nostro Paese. A metà ottobre, infatti, alla Camera dei Deputati è stato presentato un Position Paper (dal titolo “Dieci azioni concrete per evitare una pandemia influenzale nel prossimo quinquennio”) redatto da un comitato costituito dai principali esperti italiani di geriatria, igiene e sanità pubblica, il cui obiettivo principale era fornire linee guida chiare per migliorare i tassi di copertura vaccinale contro l'influenza. Il documento propone una sorta di decalogo che rimarca alcuni degli obiettivi del documento UE. Nello specifico, guardando al nostro paese:
1) la Circolare Ministeriale Annuale deve essere diramata con congruo anticipo rispetto alla predisposizione e pubblicazione dei bandi di gara a livello regionale;
2) deve contenere indicazioni funzionali al raggiungimento di uno standard omogeneo dei bandi di gara regionali, includendo delle raccomandazioni chiare sulla scelta prioritaria dei vaccini antinfluenzali potenziati in quanto, alla luce delle evidenze scientifiche, sono i soli appropriati per i cittadini over 65 e fragili;
3) i documenti ministeriali dovrebbero indicare in modo più chiaro e cogente, alle amministrazioni locali, anche i termini di scadenza delle diverse fasi di approvvigionamento e somministrazione;
4) per supportare la concreta efficacia dei suddetti accorgimenti, dovrebbero essere attribuiti alla Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute specifici compiti di controllo, che consentano di verificare, anno dopo anno, l’effettiva osservanza da parte delle Regioni delle indicazioni ministeriali;
5) le Regioni, le Asl e i professionisti abilitati alla somministrazione delle dosi, devono attivarsi tempestivamente – anche sul fronte della comunicazione diretta ai cittadini – per evitare lunghe giacenze, nonché la scadenza presso gli hub distributivi, di numerosi lotti vaccinali.
6) L’attività di comunicazione sulla prevenzione antinfluenzale va strutturata in modo da informare i cittadini durante il periodo più propizio dell’anno – orientativamente, fra il rientro dalle vacanze estive e l’inizio dell’autunno – ossia con congruo anticipo rispetto all’inizio della stagione influenzale.
7) La popolazione più a rischio, in primis gli anziani, devono essere raggiunti da messaggi che promuovano la vaccinazione tramite canali e mezzi di comunicazione più affini alle loro abitudini di fruizione dell’offerta informativa, privilegiando il mezzo televisivo e la stampa locale
8) I Medici di Medicina generale (MMG) e la farmacia di comunità – quali avamposti territoriali dell’SSN – possono promuovere e semplificare le campagne di vaccinazione antinfluenzale, facilitando la distribuzione e la somministrazione delle dosi oppure promuovendo accordi – fra Regioni e organizzazioni sindacali dei titolari di farmacia – per moltiplicare le esperienze di ritiro delle dosi da parte dei MMG presso le farmacie aperte al pubblico.
9) l’abilitazione alla vaccinazione di un numero crescente di professionisti potrebbe rappresentare una strategia efficace di promozione delle campagne antinfluenzali.
10) è fondamentale la verifica degli esiti delle campagne vaccinali in termini di rapporto fra aumento dell’appropriatezza vaccinale – inclusa la corretta somministrazione dei vaccini potenziati alla popolazione target – e conseguente riduzione di ospedalizzazioni e ricoveri in terapia intensiva.

TAG: INFLUENZA, VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE

11/12/2023

EUFluDay
Giornata europea dell’influenza 2023, obiettivo del Parlamento europeo: aumentare le coperture vaccinali attraverso l’empowerment degli HCP
Sono state oltre un centinaio le persone che si sono riunite al Parlamento...

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top