Login con

Regioni

13 Febbraio 2024

Fine vita, Bonaccini: diamo risposta ai malati con una delibera. Ora tocca al Parlamento

Sul fine vita "in Emilia Romagna facciamo quello che il Parlamento non ha il coraggio di fare". Lo dichiara il governatore Stefano Bonaccini a 'la Repubblica'. "Il Parlamento - spiega - si è fatto scavalcare dalla Consulta"


Sul fine vita "in Emilia Romagna facciamo quello che il Parlamento non ha il coraggio di fare". Lo dichiara il governatore Stefano Bonaccini a 'la Repubblica'. "Il Parlamento - spiega - si è fatto scavalcare dalla Consulta". E "in attesa della legge nazionale noi abbiamo preso l'iniziativa" con una delibera, "forti di quanto previsto dalla Corte che ha dettato criteri rigidi".

L’Emilia-Romagna si sta muovendo su due binari: da un lato una delibera che regolamenta il ricorso al suicidio assistito, dall’altro una proposta di legge che la Regione intende discutere. È una furbizia come dice la destra? "No - risponde il presidente del Pd - È stata presentata una proposta di legge dall'Associazione Luca Coscioni, che sta per essere presa in carico dall'Aula. Più in generale, penso che fare 20 leggi regionali sul fine vita sarebbe ridicolo. Perciò io aspetto l'iniziativa del Parlamento. Però la nostra delibera è la prima risposta che siamo stati in grado di dare.  Vuol dire che in Emilia-Romagna si può. Abbiamo adottato lo strumento più solido e rapido - rivendica Bonaccini - per dare, ripeto, applicazione alla sentenza della Corte" costituzionale. I 42 giorni” previsti dalla delibera regionale tra la richiesta di suicidio assistito e la risposta "ci sono parsi il tempo congruo, che consentirà alle Asl di procedere permettendo di verificare la sussistenza dei rigidi criteri indicati dalla Corte. Noi abbiamo istituito il Comitato regionale per l'etica nella clinica e le Asl hanno a disposizione le linee guida per la gestione delle richieste arrivate dai pazienti".
Riguardo alla pdl, c'è il rischio che anche in Emilia-Romagna finisca come in Veneto, cioè con un nulla di fatto proprio per colpa di una consigliera dem? "Da sempre sono a favore di una legge sul fine vita - replica il presidente Pd - Rispetto però le sensibilità, le convinzioni e le posizioni di tutti", precisa. "Non può esserci disciplina di partito precostituita su questo. Sul caso Veneto ho detto subito: nessuna sanzione". Perché "sui temi cosiddetti etici sono consapevole che all'interno degli stessi schieramenti bisogna avere rispetto e garantire il diritto a chiunque di avere una opinione anche diversa".

"In questi anni - continua il governatore emiliano-romagnolo - ho ascoltato tante storie di persone e famiglie nel dolore di una malattia irreversibile e senza nessuna norma certa.  Tanti si sentono abbandonati dallo Stato. Perciò, ma lo dico con umiltà, l’Emilia-Romagna si mette al servizio della libera volontà delle persone".

C'è il rischio di un ricorso al Tar per la delibera e che il Governo impugni l'atto regionale? "Nel rispetto delle competenze di tutti - osserva Bonaccini - ciascuno ha la propria autonomia. Una consigliera forzista minaccia di rivolgersi al Tar. Desidero segnalare che la decisione che abbiamo preso ha il sostegno di tutta la maggioranza, nessuno escluso".

Quanto alle critiche di poco coraggio mosse dai pentastellati, "i 5 Stelle chiedono di arrivare a una legge. E infatti partirà l’iter della legge", assicura il presidente Pd. "Ma un primo passo formale con la delibera è stato fatto e garantisce il diritto del malato sancito dalla Consulta".

TAG: FINE VITA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top