Login con

ospedali

13 Aprile 2023

Liste attesa, Schillaci: Regioni ancora inadempienti. Il ministero monitora

Il Covid ha bloccato gli ospedali anche per due anni moltiplicando le attese per visite ambulatoriali ed anche interventi. Poi i sanitari hanno moltiplicato le energie e ci sono regioni che hanno recuperato tutto o quasi, altre che sono ancora ferme


Il Covid ha bloccato gli ospedali anche per due anni moltiplicando le attese per visite ambulatoriali ed anche interventi. Poi i sanitari hanno moltiplicato le energie e ci sono regioni che hanno recuperato tutto o quasi, altre che sono ancora ferme. Tutto ciò è “inaccettabile” per il ministro della Salute Orazio Schillaci audito alla Camera su questo tema, sui vuoti negli organici dei Pronti soccorso e sull’impiego di medici specializzandi in corsia. «Nel Decreto-legge Milleproroghe abbiamo stanziato 380 milioni per tagliare le liste d'attesa. È inaccettabile che ci siano Regioni che hanno già impegnato questi fondi e altre invischiate in ritardi, lungaggini e giri di parole. Presso la competente direzione generale del ministero della Salute, è stato attivato un tavolo di monitoraggio che ha seguito costantemente lo stato di avanzamento delle attività di recupero delle prestazioni non erogate durante la pandemia di Covid-19. Regioni e Province autonome sono state invitate a formulare e rimodulare specifici Piani operativi di intervento. Sebbene non tutte nel 2022 abbiano azzerato le liste d'attesa, il finanziamento e il supporto tecnico del ministero hanno permesso di recuperare prestazioni che, se non fossero state soddisfatte con gli strumenti straordinari adottati, si sarebbero sommate ai nuovi bisogni di prestazioni del periodo post-critico, rendendo definitivamente disfunzionale il sistema di offerta. Concluso il monitoraggio le Regioni che non abbiano ancora azzerato le liste potranno continuare ad avvalersi di specifici finanziamenti per proseguire le attività di recupero ed intervenire ulteriormente. Nell'ottica di proseguire le attività di affiancamento, supporto e monitoraggio degli adempimenti abbiamo invitato le Regioni a condurre una 'pulizia delle liste d'attesa' e ad implementare i processi di valutazione dell'appropriatezza prescrittiva ".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

29/02/2024

UCB Pharma ha deciso di supportare l’iniziativa “ColorUp4RARE”, ideata da EURORDIS – Malattie Rare Europa, Associazione europea che ha istituito questa...

29/02/2024

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare 2024, Sanofi lancia la sua campagna “La Ricerca più Preziosa” volta a dare il proprio contributo di...

29/02/2024

Il gruppo chimico-farmaceutico Zambon con sede a Bresso nel Milanese, attraverso la controllata elvetica Zambon Biotech, ha siglato con la statunitense Amneal...

29/02/2024

L’Emilia-Romagna è stata considerata fino ad oggi una tra le regioni italiane all’avanguardia nel campo della terapia con radioligandi (RLT), che rappresenta...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top