Login con

ospedali

26 Ottobre 2023

Pne 2023, attività ospedaliera post Covid è in ripresa. I dati Agenas

Il 2022 segna una significativa ripresa delle attività ospedaliere dopo il periodo pandemico: si registra infatti un aumento dei ricoveri rispetto al 2021 ed è proseguito il riavvicinamento dei volumi ai livelli prepandemici soprattutto per l'attività programmata e per quella diurna


Pne 2023, attività ospedaliera post Covid è in ripresa. I dati Agenas

Il 2022 segna una significativa ripresa delle attività ospedaliere dopo il periodo pandemico: si registra infatti un aumento dei ricoveri rispetto al 2021 (+328 mila) ed è proseguito il riavvicinamento dei volumi ai livelli prepandemici soprattutto per l'attività programmata e per quella diurna, sebbene persista una riduzione del 10% rispetto al 2019. Tuttavia, complessivamente, nel triennio 2020-2022 la riduzione dell'attività ospedaliera stimata sui volumi del 2019 è stata pari a 3 milioni e 800 mila ricoveri. È il quadro tracciato dall'edizione 2023 del Programma Nazionale Esiti (Pne) dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) sviluppato su mandato del ministero della Salute.

Il Pne rappresenta un osservatorio permanente sull'assistenza ospedaliera. I dati fanno riferimento all'attività assistenziale erogata nel 2022 da circa 1.400 ospedali pubblici e privati, e a quella relativa al periodo 2015-2022 per la ricostruzione dei trend temporali. Sono riportate, per i diversi ambiti, le valutazioni relative ai volumi di attività chirurgica a elevata complessità, all'accesso alle procedure tempo-dipendenti, all'appropriatezza clinico-organizzativa. Sono stati calcolati 195 indicatori, di cui 170 relativi all'assistenza ospedaliera, 25 all'assistenza territoriale e sono attualmente in sperimentazione 12 nuovi indicatori, di cui 4 in ambito oncologico.
"Le evidenze scientifiche prodotte e i risultati del Pne - afferma Enrico Coscioni, presidente Agenas - confermano come tale attività rappresenti uno strumento fondamentale di governo del Servizio Sanitario Nazionale, che permette di far emergere le criticità assistenziali e individuare puntuali strategie correttive, anche attraverso l'organizzazione di attività di audit clinico-organizzativo utili a migliorare la qualità delle cure".
Il Pne, sottolinea Domenico Mantoan, direttore generale Agenas, "è uno strumento in continua evoluzione. La metodicità e capillarità delle analisi prodotte può essere la base per concretizzare la sinergia tra i vari livelli di governo del sistema. Sinergia necessaria per rispondere alle sfide del prossimo futuro, in primis la riorganizzazione del sistema previste nell'ambito delle azioni del Pnrr".

TAG: COVID

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

Johnson & Johnson ha voluto promuovere, insieme ai diversi interlocutori del sistema Salute della Regione Lazio, un’iniziativa finalizzata ad individuare proposte in ambito organizzativo e...

15/07/2024

È disponibile in Italia per le persone con diabete, a partire dai 2 anni di età, il sensore FreeStyle Libre 2 Plus. Il sistema, che dura 15 giorni annuncia in una nota Abbott permette, con...

15/07/2024

La Commissione Europea, tramite HERA l'Autorità per la risposta alle emergenze sanitarie, ha presentato alla Critical Medicines Alliance un rapporto tecnico che valuta le vulnerabilità della catena...

15/07/2024

Se interrogati sul futuro della sanità, i giovani italiani puntano i riflettori sul superamento delle differenze, a partire da quelle socioeconomiche ritenute da 7 su 10 ‘under 30’ come la causa...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top