Login con

Pharma

19 Aprile 2023

Alia Therapeutics ottiene un nuovo finanziamento per consolidare tecnologia CRISPR

Alia Therapeutics, start-up trentina specializzata in terapie innovative per le patologie genetiche rare attraverso la tecnologia di editing genico di nuova generazione, ha ottenuto un ulteriore finanziamento di 4,4 milioni di euro guidato da Sofinnova Partners per sviluppare la tecnologia CRISPR 


Alia Therapeutics, start-up trentina specializzata in terapie innovative per le patologie genetiche rare attraverso la tecnologia di editing genico di nuova generazione, ha ottenuto un ulteriore finanziamento di 4,4 milioni di euro guidato da Sofinnova Partners, società di venture capital leader in Europa con uffici a Parigi, Londra e Milano. Tra gli investitori figurano Indaco Bio, un fondo specializzato in biotecnologie lanciato di recente, e un gruppo di investitori italiani guidati da Banor SIM e Banca Profilo. Il nuovo finanziamento, riferisce una nota, sarà utilizzato per consolidare la tecnologia CRISPR di Alia e a supportare l'espansione dell'azienda.

Alia è uno spin-off dell'Università di Trento ed è stato accelerato presso BiovelocITA, il primo acceleratore italiano di biotecnologie co-fondato nel 2015 da Sofinnova Partners e dagli imprenditori Silvano Spinelli e Gabriella Camboni. Il lavoro della fondatrice scientifica di Alia, la virologa Anna Cereseto, a gennaio è stato inserito da Nature tra le sette tecnologie da tenere d'occhio nel 2023.

"Sebbene CRISPR-Cas9 si sia già dimostrata estremamente utile per l'editing del genoma, c’è ancora spazio di miglioramento per mettere a punto strategie - più compatte e selettive per un numero maggiore di geni - pur mantenendone attività e specificità e da ultimo aumentarne il profilo di sicurezza per applicazioni sull’uomo," ha dichiarato Paola Pozzi, Partner di Sofinnova Partners. "Con questi nuovi fondi, Alia rafforzerà ulteriormente il suo portafoglio di brevetti e svilupperà la sua piattaforma innovativa per la medicina basata su CRISPR per superare le attuali limitazioni dell'editing del genoma e portare più terapie ai pazienti con patologie che al momento hanno limitate o nessuna opzione terapeutica."
"La piattaforma di Alia sta già affrontando efficacemente la sfida dello screening delle varianti Cas9 altamente specifiche," ha dichiarato Silvano Spinelli, Presidente delConsiglio di Amministrazione. "Questo finanziamento aiuterà l'azienda a costruire il suo team e a potenziare ulteriormente e far progredire le terapie basate sull'editing genico verso una nuova era."

TAG: AZIENDE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top