Login con

Pharma

28 Giugno 2023

Farmaceutica, stabilimento Pfizer di Ascoli Piceno premiato per sostegno ai rifugiati

Premio allo stabilimento Pfizer di Ascoli Piceno per le politiche di sostegno ai rifugiati. La rappresentanza italiana di Unhcr, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha conferito al polo produttivo marchigiano del colosso farmaceutico Usa il logo Welcome. Working for Refugee Integration per l'anno 2022


Premio allo stabilimento Pfizer di Ascoli Piceno per le politiche di sostegno ai rifugiati. La rappresentanza italiana di Unhcr, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha conferito al polo produttivo marchigiano del colosso farmaceutico Usa il logo Welcome. Working for Refugee Integration per l'anno 2022.

Il riconoscimento, consegnato ufficialmente ieri, 26 giugno, presso l'Auditorium della Tecnica di Confindustria a Roma - informa una nota odierna di Pfizer - viene assegnato per il "rilevante impegno dimostrato nella promozione di interventi specifici per l'inserimento lavorativo dei rifugiati", si legge nella motivazione del progetto con il quale Unhcr Italia favorisce l'integrazione delle persone rifugiate nel mercato del lavoro, promuovendo il più ampio coinvolgimento del settore privato, in collaborazione con le istituzioni e le organizzazioni della società civile. Sostenuto dal ministero del Lavoro, da Confindustria e da Global Compact Network Italia, il progetto consente alle aziende che si sono distinte nel favorire l'inserimento professionale dei rifugiati di ricevere dall'Unhcr un riconoscimento formale: un logo che le aziende stesse potranno esporre e utilizzare nelle loro attività di comunicazione.

"Siamo davvero orgogliosi di poter dare il nostro contributo alla causa dei rifugiati nel nostro Paese - dichiara Rossella Bruni, direttore e amministratore delegato del sito Pfizer ad Ascoli Piceno - Dallo scorso anno ci siamo impegnati a integrare nella nostra struttura produttiva almeno un rifugiato per ogni semestre, grazie alla collaborazione dell'Associazione Adecco Foundation e di On the Road Cooperativa Sociale. Nei prossimi giorni una donna rifugiata entrerà a far parte del reparto packaging ed entro la fine dell'anno procederemo con l'integrazione di una seconda risorsa. Data la nostra complessità organizzativa e tecnologica, qui avranno l'opportunità di sviluppare specifiche professionalità. Il nostro principale obiettivo è quello di formare professionisti qualificati, che possano offrire le loro competenze sul mercato del lavoro, anche in altri contesti dopo l'esperienza avuta in Pfizer: lo consideriamo un investimento per il futuro di queste persone".

Il premio, che arriva a pochi giorni dalla Giornata mondiale del rifugiato (20 giugno), va ben oltre i confini di Ascoli - si legge nella nota - attestando l'impegno di Pfizer a livello globale nel creare un ambiente di lavoro aperto alle diversità, all'equità e all'inclusione. In particolare, con l'iniziativa Pfizer Refugee Leadership Initiative (Prli), è stato avviato un progetto strutturato, mirato a inserire e a formare rifugiati presso le proprie sedi in tutto il mondo. Non solo stabilimenti produttivi, ma anche centri di ricerca e uffici amministrativi, dove si aprono possibilità per chi ha competenze di business, marketing, legali, risorse umane, e così via.

"L'ambizione, a livello mondiale - evidenzia Pfizer - è assumere 600 rifugiati entro la fine del 2025, prevedendo l'inclusione di 300 persone in un programma di mentorship. L'Europa, inclusa l'Italia, oltre che con il sito di Ascoli, anche con quello di Catania e con gli uffici di Roma e Milano, darà il suo contributo con l'assunzione di 100 rifugiati entro il 2025".

"Con il programma Prli, iniziato nel 2022, grazie alla promozione da parte di senior leaders e di gruppi di colleghi dedicati nei 27 Paesi europei, il Deice (Diversity, Equity & Inclusion Council Europe) - afferma Antonio Bebba, a capo del consiglio europeo Deice di Pfizer - offre altre opportunità di training e di programmi di mentorship dedicati a donne rifugiate e membri della comunità Lgbtq+".

TAG: AZIENDE, FAMACEUTICA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Assoutenti esprime profonda preoccupazione per l'attacco cibernetico subito da Synlab che ha portato alla pubblicazioni di molti terabyte di dati sensibili di pazienti ed invita quindi l’azienda ad...

17/05/2024

Francesco Di Raimondo, Docente Ordinario di Ematologia all’università degli Studi di Catania, intervistato da Sanità33, fa il punto sulle terapie per il mieloma multiplo e sui nuovi vuoti...

17/05/2024

Nel costante processo di evoluzione del settore sanitario italiano, un nuovo capitolo si è aperto con la sigla di un accordo di collaborazione con l’obiettivo di approfondire e promuovere scenari...

17/05/2024

Il test di Medicina del 28 maggio è vicino: sarà un concorsone in presenza nelle sedi universitarie come ai vecchi tempi. La convocazione è prevista per le ore 8.30 ma si parte alle 13. E saranno...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top