Login con

Pharma

25 Maggio 2023

Angelini ventures investe in una start up americana per nuova tecnologia anti-epilessia

Angelini Ventures, società internazionale di venture capital di Angelini Industries, ha investito 6 milioni di dollari in Cadence Neuroscience, start-up americana che sta sviluppando, in collaborazione con i ricercatori della Mayo Clinic, una nuova terapia di neuro-modulazione per il trattamento dell’epilessia focale resistente ai farmaci


Angelini Ventures, società internazionale di venture capital di Angelini Industries, ha investito 6 milioni di dollari in Cadence Neuroscience, start-up americana che sta sviluppando, in collaborazione con i ricercatori della Mayo Clinic, una nuova terapia di neuro-modulazione per il trattamento dell’epilessia focale resistente ai farmaci, in età pediatrica e adulta, basata su un software capace di cogliere, all’interno del tracciato dell’elettroencefalogramma, i segnali associati all’epilessia e contrastarli con stimolazioni elettriche puntuali finalizzate a eliminare o ridurre le crisi epilettiche. Lo annuncia l’azienda in una nota sottolineando come i sei milioni di dollari investiti da Angelini Ventures rientrano nel nuovo finanziamento complessivo di 26 milioni di dollari, che rappresenta il “round di serie B”, ovvero la seconda fase di crescita di Cadence Neuroscience, finalizzata a completare gli studi clinici preliminari e a ottenere l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA). Il round è stato portato avanti da Angelini Lumira Bioscience Fund (il fondo nordamericano creato da Lumira Ventures e Angelini Ventures), e ha visto la partecipazione di altri nuovi investitori: F-Prime Capital, LivaNova PLC, Angelini Ventures, Spectrum Financial Services e Mayo Clinic, insieme a JAZZ Venture Partners che aveva guidato l’iniziale “round di serie A”. Gerry Brunk di Lumira Ventures and Kevin Chu di F-Prime Capital entrano a far parte del consiglio di amministrazione di Cadence Neuroscience.

"Investimenti come questo, che stiamo realizzando con Angelini Ventures - commenta Sergio Marullo di Condojanni, CEO di Angelini Industries - rientrano pienamente nella nostra strategia di crescita nell'area terapeutica dei disturbi neurologici e sono in perfetta sintonia con quella che è la visione di lungo periodo che un gruppo imprenditoriale come il nostro porta nel suo DNA. Oltre ad essere una potenziale opportunità in termini di sviluppo, questa partecipazione risponde anche pienamente alla nostra missione, che è quella innanzitutto di farci carico dei pazienti e della qualità della loro vita ".
“La tecnologia sviluppata da Cadence Neuroscience ha le potenzialità per diventare un punto di riferimento per il trattamento dell’epilessia resistente ai farmaci e di altre patologie che colpiscono il cervello” osserva Paolo Di Giorgio, CEO di Angelini Ventures – “Questo investimento fa parte della nostra strategia di puntare a livello internazionale su realtà innovative ed alto contenuto tecnologico nei settori delle scienze della vita, della sanità digitale e delle della biotecnologia, per identificare, finanziare e realizzare soluzioni che innovano i modelli sanitari tradizionali”.

Con investimenti per 300 milioni di euro, di cui 70 già programmati, in Europa, Nord America e Israele, con particolare attenzione alla salute del cervello e a segmenti di mercato rivolti a donne, bambini e terza età, Angelini Ventures rientra nella strategia di crescita e innovazione di Angelini Industries, gruppo industriale multinazionale con 5.800 dipendenti e ricavi per 2 miliardi di euro nei settori salute, largo consumo, tecnologia industriale.

Cadence Neuroscience è una start-up di Redmond, nei pressi di Seattle, fondata nel 2017, che ha realizzato una nuova tecnologia per il trattamento dell’epilessia focale resistente ai farmaci, in età pediatrica e adulta basata sulle ricerche del team di neurologia e neurochirurgia della Mayo Clinic guidato dal neurologo, esperto di epilessia, Gregory Worrell.

Cadence Neuroscience ha sviluppato un software in grado di individuare, all’interno del tracciato dell’elettroencefalogramma, precisi segnali collegati all’epilessia e di modularli attraverso puntuali impulsi elettrici con l’obiettivo di eliminare o ridurre le crisi epilettiche. Il software è installato all’interno di un impianto neurale permanente di piccole dimensioni che genera una stimolazione elettrica corticale continua che è calibrata proprio sulla base degli impulsi cerebrali monitorati dal software stesso. In tal senso il sistema elaborato da Cadence Neuroscience punta a offrire una terapia mirata e personalizzata.

TAG: AZIENDE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

23/02/2024

Stili di vita, nutrizione, adeguata attività fisica e mentale e uso di specifici supplementi possono modificare i processi di invecchiamento e di...

23/02/2024

Almeno 2 persone su 10 non sanno cosa sia il Fuoco di Sant'Antonio e una su 2 dice di saperne poco.  Eppure, quasi 2 su 3 conoscono altri che ne hanno sofferto e il...

23/02/2024

Novo Nordisk ed Eli Lilly hanno preso il comando nella corsa per conquistare l’ampia fetta del mercato dei farmaci per la perdita di peso, che si prevede avrà un...

23/02/2024

L'assemblea dei soci di Acc, la Rete Oncologica Nazionale del ministero della Salute, ha confermato alla direzione generale, per i prossimi 5 anni, Paolo De Paoli,...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top