Login con

Intervista

09 Novembre 2022

Moderna, tanti i progetti in campo oltre ai vaccini. L’intervista a Jacopo Murzi

Dopo anni in cui si parla di questa tecnologia, l'RNA messaggero ha portato ai primi successi. Dalle malattie rare alle patologie respiratorie, diversi sono gli obiettivi cui puntare


Con una piattaforma che si è mostrata efficace e sicura, gli obiettivi di Moderna, una delle prime aziende a sviluppare un vaccino con la tecnologia a RNA messaggero, riguardano l'applicazione di questa metodica a diverse aree terapeutiche, dalle malattie rare alle patologie respiratorie, fino all'oncologia. A sottolinearlo a Sanità33 Jacopo Murzi, appena nominato nuovo General Manager di Moderna in Italia.

Le potenzialità della tecnologia a mRNA

“Il concetto di mRNA è conosciuto da molti anni e da tempo, ormai, si sta cercando di usare la tecnologia per curare malattie in svariati modi. Quello che Moderna ha contribuito a realizzare è innanzitutto una piattaforma sicura, perché localizzata all'interno della cellula dove deve portare beneficio, ed efficace, visto che la creazione dei filamenti di mRNA che portano, poi, alla sintesi delle proteine, viene fatta usando sistemi di intelligenza artificiale che permettono di usare al meglio il messaggio in codice”, ha spiegato Murzi parlando del contributo offerto dall'azienda biotech allo sviluppo di questa tecnologia.

A partire da quanto fatto finora, investendo ulteriormente sulla piattaforma, “i programmi di sviluppo si sono moltiplicati, soprattutto nell'ambito delle malattie respiratorie, contro virus latenti, ma anche nel campo delle malattie rare e dell'immunoncologia, con la speranza di creare vaccini personalizzati contro il cancro”, ha proseguito il manager, parlando degli sviluppi futuri della piattaforma, che è cresciuta tanto, in poco tempo.
Moderna, inoltre, “è una biotech diversa rispetto ad altre perché gode già di una piattaforma convalidata e ha un portfolio di 47 progetti nelle varie fasi di sviluppo”, ha poi spiegato Murzi, secondo il quale, dato il momento storico particolare, “c'è un interesse molto forte da parte della comunità scientifica e delle istituzioni” verso questa tecnologia.



TAG: VACCINI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

29/02/2024

UCB Pharma ha deciso di supportare l’iniziativa “ColorUp4RARE”, ideata da EURORDIS – Malattie Rare Europa, Associazione europea che ha istituito questa...

29/02/2024

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare 2024, Sanofi lancia la sua campagna “La Ricerca più Preziosa” volta a dare il proprio contributo di...

29/02/2024

Il gruppo chimico-farmaceutico Zambon con sede a Bresso nel Milanese, attraverso la controllata elvetica Zambon Biotech, ha siglato con la statunitense Amneal...

29/02/2024

L’Emilia-Romagna è stata considerata fino ad oggi una tra le regioni italiane all’avanguardia nel campo della terapia con radioligandi (RLT), che rappresenta...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top