Login con

Intervista

18 Gennaio 2024

Linee guida sulle vaccinazioni: Siliquini (Siti), “garantire il miglior livello di immunizzazione”

“Fornire delle raccomandazioni per raggiungere l’obiettivo prioritario dell’OMS in ambito vaccinale, ovvero quello di garantire il miglior livello di immunizzazione in ogni luogo e in ogni periodo storico e nei confronti di tutti i vaccini”: così, Roberta Siliquini descrive l’obiettivo principale del documento “Guida alle buone pratiche vaccinali”


“Fornire delle raccomandazioni per raggiungere l’obiettivo prioritario dell’OMS in ambito vaccinale, ovvero quello di garantire il miglior livello di immunizzazione in ogni luogo e in ogni periodo storico e nei confronti di tutti i vaccini”: così, Roberta Siliquini, presidente della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti), descrive a Sanità33 l’obiettivo principale del documento “Guida alle buone pratiche vaccinali”, presentato a inizio anno dalla Società.



“La pandemia ci ha lasciato in eredità alcune novità, tra cui il fatto che le vaccinazioni possano essere svolte in diversi ambiti, non solo nei dipartimenti di prevenzione. Tuttavia – sottolinea Siliquini - un buon servizio sanitario vaccinale deve garantire che ci sia una governance ben chiara e omogenea e questa guida nasce proprio con l’obiettivo di garantire servizi vaccinali di qualità, rispetto dei principi di equità e centralità della persona, nonché sicurezza e appropriatezza vaccinale”.

La mancata organizzazione, secondo la presidente della Siti, è tra i motivi per cui la campagna vaccinale condotta in autunno in Italia non ha dato i risultati sperati. “Il fatto di avere l’obiettivo di raggiungere capillarmente la popolazione, ma in maniera non controllata, ha fatto sì che ci fosse probabilmente una divisione di responsabilità che non ha portato ai risultati sperati”, ha evidenziato Siliquini, secondo la quale “con questa guida vogliamo assumerci, come igienisti e come dipartimento di prevenzione, la responsabilità del governo della distribuzione dei vaccini, attraverso elementi quali l’approfondimento sul ruolo che i medici di medicina generale, i pediatri, le farmacie e le case di comunità possono avere all’interno del sistema vaccinale”.
L’augurio, secondo quanto osserva l’esperta, è di arrivare a una continua formazione che porti alla capacità di sensibilizzazione dei cittadini e allo sviluppo di un’organizzazione capillare “che deve essere chiara a tutti, per lo meno nella stessa regione. Solo così – sottolinea - si possono tracciare i vaccinati nei diversi luoghi e si può avere in tempo reale l’idea di eventuali problematiche nel raggiungere le persone, per poterle chiamare attivamente, piuttosto che riuscire a intervenire in sacche di bassa copertura vaccinale”.

La capillarità, dunque, è importantissima, “ma se accompagnata dalla corretta organizzazione. E, oltre a questo, bisogna puntare all’informatizzazione, quindi tutti coloro che vaccinano devono avere a disposizione la stessa piattaforma”, osserva Siliquini, spiegando che con questo sistema sarà più facile, poi, attivare anche sistemi di chiamata attiva. “I nostri pronto soccorso sono purtroppo pieni di pazienti che avevano diritto alla vaccinazione – conclude la presidente della Siti -, con patologie di base, anche gravi, che sono state aggravate ancora di più da patologie infettive assolutamente prevenibili”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top