Login con

Governo e Parlamento

17 Febbraio 2023

Università, Gemmato: Aumento di 600 posti a Medicina. Ad aprile fabbisogni più specifici

"Gli operatori sanitari sono pochi perché in passato non è stata fatta un'attenta programmazione del fabbisogno del nostro Servizio sanitario nazionale. Rivedere tali fabbisogni è intenzione del tavolo istituito tra il Ministero dell'Università e della Salute". Queste le parole del sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato


"Gli operatori sanitari sono pochi perché in passato non è stata fatta un'attenta programmazione del fabbisogno del nostro Servizio sanitario nazionale. Rivedere tali fabbisogni è intenzione del tavolo istituito tra il Ministero dell'Università e della Salute. È stato previsto un primo aumento per le iscrizioni alle Facoltà di Medicina di circa 600 unità, ma ad aprile in sede di Conferenza Stato Regioni verranno determinati i fabbisogni più specifici, intrecciando i dati relativi all'offerta formativa delle università". Queste le parole del sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato, intervenuto a "Radio anch'io" su Rai Radio 1, che ha specificato come "oggi si paga ancora lo scotto della legge che impone alle Regioni il limite al tetto di spesa per le assunzioni del personale sanitario, parametrato al 2004 meno l'1,4%. Ripensare questo vincolo potrebbe essere un forte segnale per aumentare la dotazione organica negli ospedali".

La carenza di personale medico e il fenomeno delle aggressioni nei pronto soccorso “sono conseguenze di una stratificazione di problemi che si sono sedimentati negli ultimi dieci anni e che abbiamo ereditato". “L'attenzione del Governo su questi temi è massima e un primo segnale in tal senso è lo stanziamento di 200 milioni di euro per incrementare l'indennità per il personale impegnato nei reparti di emergenza-urgenza, a partire dal 2024", ha proseguito Gemmato. Queste risorse, ha concluso, "non colmeranno nel breve termine le difficoltà, ma sono indicative della volontà dell'esecutivo di investire nella sanità pubblica, in un momento di crisi legata all'emergenza energetica, per la quale sono stati allocati quest'anno 1,4 miliardi dei 2 miliardi in più destinati al Fondo sanitario nazionale". 

TAG: UNIVERSITà

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

Il 26 marzo a Milano si è svolto l'evento “Brevetti e Segreti: Trasferimento Tecnologico nelle Scienze della Vita” organizzato ITTBioMed di Edra e DLA Piper, con il supporto di Lendlease, MIND...

12/04/2024

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per l'insorgere del cancro. Non solo l'accumulo di mutazioni genetiche, ma anche il deterioramento del sistema immunitario e l’esposizione...

12/04/2024

In Italia il 60% degli over 65 è colpito da una malattia cronica e, tra queste, le malattie cardiometaboliche sono le più frequenti. Gestire e tenere sotto controllo queste patologie richiede...

12/04/2024

Sono i trentenni sardi i più disponibili a dare il proprio consenso alla donazione degli organi, mentre ancora una volta è Trento la città più generosa d'Italia 

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top