Login con

Aifa

23 Febbraio 2024

Dimissioni Palù, Schillaci: stupito. Sue richieste non in linea con riforma Aifa

"Apprendo con stupore le motivazioni che hanno portato il professor Palù alle dimissioni da presidente dell'Aifa. Credo si sia volutamente confuso il mio silenzio con la chiara non accoglienza di richieste non in linea col progetto di profonda riforma dell'Agenzia". Lo dichiara il ministro della Salute Orazio Schillaci


"Apprendo con stupore le motivazioni che hanno portato il professor Palù alle dimissioni da presidente dell'Aifa. Credo si sia volutamente confuso il mio silenzio con la chiara non accoglienza di richieste non in linea col progetto di profonda riforma dell'Agenzia". Lo dichiara in una nota il ministro della Salute Orazio Schillaci, dopo l'addio di Giorgio Palù alla presidenza dell'Agenzia italiana del farmaco.

"Tuttavia - aggiunge il ministro - accolgo di buon grado il  suggerimento di nominare un successore con un mandato temporale e  professionale più ampio, in grado di aggiungere a una forte e  qualificata rappresentanza di Aifa in seno alle commissioni europee,  all'informatizzazione dei dati farmaco-economici, agli studi clinici e alla Rwe" o Real World Evidence "per stimare il valore delle cure,  alla comunicazione scientifica, al coinvolgimento di esperti di  altissimo profilo a sostegno della" Commissione unica  scientifico-economica "Cse, alla promozione della ricerca  biomedico-farmaceutica, anche la capacità di lavorare in squadra per  il bene del Paese".

Sulla stessa lunghezza d’onda il sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato. "Mi sorprendono molto le dimissioni del professor Palù da presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), ma in particolare le motivazioni da lui addotte. Nutro sincera stima nella sua persona e nella sua competenza scientifica e accademica, ma evidentemente registro un mancato allineamento di vedute sul progetto di profonda revisione dell'Agenzia e sulla necessaria capacità di lavorare in squadra" ha detto Così Gemmato.
"Faremo tesoro del suo invito a nominare un successore con un mandato temporale e professionale più ampio - aggiunge Gemmato - che possa avviare con tempestività il ridisegno dell'Aifa e a rilanciarla come merita".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/04/2024

CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CompuGroup Medical Italia (CGM) Italia presenta, in occasione della partecipazione a Exposanità, i suoi innovativi software integrati con...

18/04/2024

Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all' equità di genere. È con questo...

18/04/2024

Le note dell’arancia amara rimandano ai ricordi lontani, così come quelle fresche del neroli o del petit grain delle foglie. Con l’intento di risvegliare la memoria olfattiva condivisa da...

18/04/2024

Le malattie cardio, cerebro e  vascolari, che rappresentano ancora oggi la prima causa di mortalità  in Italia con oltre 216.000 decessi nel 2021 pari al 31% dei decessi  complessivi avvenuti...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top