Login con

Governo e Parlamento

15 Novembre 2023

Diabete e celiachia, Mulé: legge per screening in tempi record

''Orgogliosi di una legge, ottenuta in tempi record'', che ''ci permette di celebrare, la Giornata mondiale del diabete con un approccio nuovo e innovativo. Consente davvero un approccio diverso anche alla celiachia che molto spesso è l'anticamera per il diabete"


Diabete e celiachia, Mulé: legge per screening in tempi record

''Orgogliosi di una legge, ottenuta in tempi record'', che ''ci permette di celebrare, la Giornata mondiale del diabete con un approccio nuovo e innovativo. Consente davvero un approccio diverso anche alla celiachia che molto spesso è l'anticamera per il diabete tipo 1. In meno di un anno si è riusciti in questo, e, lasciatemi dire, è miracolo conoscendo le procedure parlamentari ed è un traguardo di cui tutti devono andare orgogliosi''. Lo ha detto Giorgio Mule', vicepresidente della Camera dei Deputati e primo firmatario della legge 130, che prevede l'avvio, nel 2024 dello screening per diabete di tipo 1 e per la celiachia in bambini e ragazzi da 0 a 17 anni. Un provvedimento a cui è stato dedicato un evento alla Camera in occasione della Giornata mondiale del diabete.
''La legge - ha detto Mule' a margine dell'evento, respingendo alcune critiche sulla mancanza di decreti attuativi circolate in questi giorni - prevede che a 120 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale, che è avvenuta a settembre, venga sottoposto alle commissioni del Parlamento il programma di screening. Siamo ampiamente nei 120 giorni: non ci sono altri decreti attuativi, il tavolo istituito all'Istituto superiore di sanità è già abbondantemente a lavoro, ha già definito alcune Regioni dai quale si comincerà. Siamo nei tempi. E devo dire che finalmente è uno di quei traguardi di cui siamo tutti orgogliosi. Abbiamo fatto una legge in 10 mesi, che come sapete nella navetta tra Camera e Senato è abbastanza inusuale".

Si tratta di ''una normativa che ha già una dotazione di 4 milioni di euro per il 2024. Andiamo avanti bene anche perché intercettare queste patologie nell'età infantile, proprio prima di arrivare ad episodi di chetoacidosi, è fondamentale'', considerando i gravi rischi anche letali.

Fare lo screening ''tra 0 e 17 anni consente non solo di prevenire e avere una diagnosi precoce, ma anche di gestire al meglio la malattia perché, se correttamente gestito e preconizzato il diabete può non avere complicanze cardiovascolari e neurologiche. Con questo screening non insorgeranno e saranno gestite al meglio dai medici. Ricordiamo che ogni giorno in Italia ci sono 4 bambini che hanno l'esordio di diabete tipo 1, negli ultimi due anni l'insorgenza è passata dal 4 al 27% dei nuovi casi. A maggior ragione, quindi, è benvenuta questa legge - chiosa Muè - che non a caso è stata già analizzata da 13 paesidell'Unione Europea e da numerosi altri paesi dall'America all'Asia per poter essere copiata e messa in atto negli altri paesi''.

TAG: DIABETE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

Johnson & Johnson ha voluto promuovere, insieme ai diversi interlocutori del sistema Salute della Regione Lazio, un’iniziativa finalizzata ad individuare proposte in ambito organizzativo e...

15/07/2024

È disponibile in Italia per le persone con diabete, a partire dai 2 anni di età, il sensore FreeStyle Libre 2 Plus. Il sistema, che dura 15 giorni annuncia in una nota Abbott permette, con...

15/07/2024

La Commissione Europea, tramite HERA l'Autorità per la risposta alle emergenze sanitarie, ha presentato alla Critical Medicines Alliance un rapporto tecnico che valuta le vulnerabilità della catena...

15/07/2024

Se interrogati sul futuro della sanità, i giovani italiani puntano i riflettori sul superamento delle differenze, a partire da quelle socioeconomiche ritenute da 7 su 10 ‘under 30’ come la causa...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top