Login con

vaccini

21 Marzo 2023

Influenza aviaria, Ue sigla due contratti per i vaccini

La Commissione europea ha siglato contratti con due case farmaceutiche, Gsk e Seqirus Uk, prenotando vaccini contro l'influenza aviaria che gli Stati membri dell'Ue potrebbero acquistare se un ceppo del virus, che ha iniziato a circolare tra i mammiferi, dovesse passare all'uomo e causare una pandemia


La Commissione europea ha siglato contratti con due case farmaceutiche, Gsk e Seqirus Uk, prenotando vaccini contro l'influenza aviaria che gli Stati membri dell'Ue potrebbero acquistare se un ceppo del virus, che ha iniziato a circolare tra i mammiferi, dovesse passare all'uomo e causare una pandemia. Lo spiega il portavoce dell'esecutivo Ue Stefan de Keersmaecker, durante il briefing con la stampa a Bruxelles.

"Seguiamo con molta attenzione - afferma de Keersmaecker - la situazione dell'influenza aviaria. L'Ecdc ha diffuso recentemente un risk assessment" riguardante questo virus. "Per quanto riguarda i vaccini, esistono. Ce ne sono due autorizzati nell'Ue: la Commissione ha siglato due contratti di prenotazione per l'acquisto congiunto, uno con Gsk e l'altro con Seqirus Uk", precisa. "Dopo una dichiarazione di pandemia di influenza da parte dell'Oms, le compagnie aggiornerebbero i vaccini sui ceppi virali che causano la pandemia. Quindi sì, con i nostri colleghi dell'Ecdc e dell'Hera è una cosa che è molto sul nostro radar e che continuiamo a seguire con attenzione", conclude il portavoce.

Per adesso ci sono due vaccini autorizzati nell'Ue: uno è il Nobilis Influenza H5N2, per il pollame, autorizzato in tutto lo Spazio economico europeo; l'altro il Pa-Olvac+I+E, basato su H6N2 e H9N2, per i tacchini, che è autorizzato in Italia. I contratti siglati dalla Commissione riguardano l'eventuale acquisto di vaccini adattati all'uomo, nel caso in cui il virus dovesse passare all'uomo e diventare facilmente trasmissibile tra gli esseri umani, causando una pandemia. Entrambe le compagnie farmaceutiche produttrici dei vaccini sono britanniche, dunque extra Ue.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/04/2024

CGM TELEMEDICINE, la divisione del Gruppo CompuGroup Medical Italia (CGM) Italia presenta, in occasione della partecipazione a Exposanità, i suoi innovativi software integrati con...

18/04/2024

Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all' equità di genere. È con questo...

18/04/2024

Le note dell’arancia amara rimandano ai ricordi lontani, così come quelle fresche del neroli o del petit grain delle foglie. Con l’intento di risvegliare la memoria olfattiva condivisa da...

18/04/2024

Le malattie cardio, cerebro e  vascolari, che rappresentano ancora oggi la prima causa di mortalità  in Italia con oltre 216.000 decessi nel 2021 pari al 31% dei decessi  complessivi avvenuti...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top