Login con

Medicina

12 Dicembre 2022

Cancro, puntare su diagnosi e cure precoci. Il punto al 4° Forum europeo

Migliorare gli esiti del cancro in tutta Europa. Con questo obiettivo, in occasione del 4° European Cancer Forum promosso da MSD in partnership con Lung Cancer Europe LuCE e Istituto Svedese di Economia sanitaria IHE, è stata lanciata una “call to action” cui hanno partecipato esperti e rappresentanti a tutti i livelli della comunità oncologica


Cancro, puntare su diagnosi e cure precoci. Il punto al 4° Forum europeo

Migliorare gli esiti del cancro in tutta Europa. Con questo obiettivo, in occasione del 4° European Cancer Forum promosso da MSD in partnership con Lung Cancer Europe LuCE e Istituto Svedese di Economia sanitaria IHE, è stata lanciata una “call to action” cui hanno partecipato esperti e rappresentanti a tutti i livelli della comunità oncologica. L’iniziativa è partita da Cristian-Silviu Busoi – membro del Parlamento europeo – e ha già raccolto i contributi di numerosi esperti e rappresentanti di associazioni e istituti che lavorano a vario titolo in campo oncologico.

La Commissione europea ha recentemente pubblicato una raccomandazione rivista del Consiglio sullo screening del cancro, estendendo lo screening basato sulla popolazione a diversi nuovi tipi di cancro, compreso il cancro ai polmoni.

I tre obiettivi cui punta la Call to Action sono: migliorare la prevenzione, garantire una diagnosi precoce e promuovere l'alfabetizzazione sanitaria; garantire un accesso più rapido dei pazienti ai moderni test e trattamenti diagnostici; migliorare la raccolta di dati sui tassi di trattamento e la loro inclusione nel registro delle disuguaglianze del cancro. Al primo posto della lista degli interventi la necessità di studiare come anticipare la diagnosi – e quindi il trattamento – delle diverse forme di cancro, ponendo l’accento sulle fasi iniziali del tumore. “A cinque anni dalla diagnosi l’85-90% delle presone colpite da un tumore del seno son ancora in vita, mentre per il tumore del polmone questa percentuale scenda al 10% – ha detto Thomas Hofmarcher, direttore della ricerca dell’Istituto di Economia Sanitaria svedese (IHE) e relatore della Call to Action – e questo dipende in grandissima parte dal fatto che la diagnosi del i due tipi di tumore avviene in momenti assai diversi: sempre più precocemente per quello del seno, ancora molto in ritardo per quello del polmone”. “Spesso può essere più frustrante sapere che una soluzione è disponibile in un paese vicino – ha sottolineato Ewelina Szmytke, vice-presidente di Lung Cancer Europe – piuttosto che sapere che non esiste alcuna soluzione disponibile”.

TAG: CANCRO, EUROPA, SALUTE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/07/2024

La lista dei nuovi medicinali contro l'obesità potrebbe presto allungarsi. Roche ha, infatti, annunciato i dati di uno studio di fase I su un nuovo farmaco orale, da assumere una volta al giorno,...

18/07/2024

Rigenerare il cuore dopo un infarto, stimolando la formazione di nuovo tessuto e nuovi vasi sanguigni attraverso un farmaco '2 in 1' a base di Rna, così da restituire piena funzionalità al nostro...

18/07/2024

Nell'ultima campagna di vaccinazione contro Covid-19, si è vaccinato solo il 10,2% degli over 60, con valori compresi tra il 19,2% della Toscana e l'1,8% della Sicilia. La campagna antinfluenzale...

18/07/2024

La telemedicina offre chiari vantaggi sia per i pazienti che per gli operatori sanitari. L’OMS/Europa pubblica lo “Strumento di sostegno per rafforzare la telemedicina” mira a sostenere i...

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top