Login con

Medicina

30 Gennaio 2024

Neuralink, installato il primo impianto su un essere umano. Musk: risultati promettenti

È stato effettuato domenica il primo impianto di un chip della Neuralink in un essere umano. Il chip, chiamato Telepathy, permetterebbe di controllare dispositivi elettronici solo con la forza della mente: positivi i primi risultati


È stato effettuato domenica il primo impianto di un chip della Neuralink, chiamato Telepathy, in un essere umano. Ad annunciarlo il fondatore miliardario della società, Elon Musk, su X. Il paziente sta "riprendendosi bene", ha dichiarato Musk, aggiungendo che i risultati iniziali indicano una promettente rilevazione dei picchi di neuroni.

Gli impianti sviluppati dalla Neuralink mirano a rivoluzionare il cervello attraverso l'uso di chip in grado di assistere coloro che soffrono di problemi neurologici e lesioni traumatiche, leggendo le onde cerebrali. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha concesso l'autorizzazione alla società lo scorso maggio per condurre i primi test su esseri umani partendo a fine anno con il reclutamento dei volontari, rappresentando un passo cruciale per le ambizioni della startup nel fornire soluzioni a pazienti affetti da paralisi e varie condizioni neurologiche.

Il PRIME Study di Neuralink è un trial per valutare la sicurezza dell'impianto e del robot chirurgico per l'interfaccia cervello-computer senza fili.
Il metodo utilizzato da Neuralink coinvolge l'uso di un robot per impiantare un’interfaccia cervello-computer (BCI) in una regione del cervello che controlla l'intenzione di muoversi. L'obiettivo iniziale è consentire alle persone di controllare un cursore o una tastiera del computer usando solo i loro pensieri. I fili "ultra-sottili" degli impianti aiutano a trasmettere segnali nel cervello dei partecipanti, secondo quanto affermato dalla stessa Neuralink.

La società ha già condotto ampi studi sugli impianti sugli animali, suscitando critiche da parte di attivisti preoccupati per i diritti degli animali e l'aderenza all'Animal Welfare Act, la legge che regola gli esperimenti su animali.
Inoltre, quattro legislatori hanno chiesto alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti di indagare sul fatto che Musk abbia ingannato gli investitori sulla sicurezza della tecnologia, dopo che i report veterinari hanno mostrato problemi con gli impianti su scimmie, tra cui paralisi, crisi epilettiche e gonfiore del cervello.
Musk ha risposto affermando che "nessuna scimmia è morta a causa di un impianto Neuralink" e ha spiegato che la società ha scelto scimmie "terminali" per ridurre al minimo i rischi per quelle in buona salute. Nonostante le controversie, il futuro della tecnologia Neuralink si presenta come un promettente passo avanti nella comprensione e nel controllo del cervello umano.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/03/2024

Per i pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule di stadio III non operabile e con mutazione del gene Egfr, arriva una nuova opportunità terapeutica: la...

01/03/2024

Per riconoscere e rispondere ai bisogni di 10 milioni di persone in Italia che soffrono di dolore cronico è necessario tracciare un percorso per un salto ...

01/03/2024

Novo Nordisk Italia per cambiare il futuro dell'obesità lancia la campagna social 'Together for Health', con l’obiettivo di...

01/03/2024

L'aumento dell'attività fisica e l'adozione di un’alimentazione equilibrata e corretta sono aspetti chiave per la prevenzione dell’obesità. Ecco perché, in...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top