Login con

Telemedicina

23 Novembre 2023

Telemedicina, Confindustria dispositivi medici: domiciliarità è il futuro

"La domiciliarità e la telemedicina sono il futuro della sanità pubblica, sono la sfida da vincere e noi siamo pronti a fare la nostra parte". Lo ha detto il presidente di Home&Digital Care di Confindustria dispositivi medici Filippo Lintas al Forum Risk Management


Telemedicina, Confindustria dispositivi medici: domiciliarità è il futuro

"La domiciliarità e la telemedicina sono il futuro della sanità pubblica, sono la sfida da vincere e noi siamo pronti a fare la nostra parte". Lo ha detto il presidente di Home&Digital Care di Confindustria dispositivi medici Filippo Lintas al Forum Risk Management ad Arezzo.

"L'invecchiamento della popolazione e la conseguente modifica dei bisogni di salute rendono necessario un ridisegno strutturale e organizzativo della rete dei servizi sanitari con l'obiettivo di rafforzare l'ambito territoriale di assistenza - ha detto Lintas -. La riforma del Ssn prevista dal Pnrr prevede il passaggio dall'attuale impostazione ospedalocentrica a un modello di assistenza di prossimità, che individua nelle cure domiciliari uno dei principali assi di intervento per rispondere alle esigenze di salute delle persone anziane e dei pazienti cronici". "L'obiettivo - ha spiegato ancora Lintas - è quello di considerare il domicilio come effettivo luogo di cura, garantendo la sicurezza degli assistiti e la continuità assistenziale adattandola all'evoluzione dell'assistenza territoriale. Riteniamo che l'integrazione tra i servizi di assistenza domiciliare integrata, l'attività svolta dagli home care provider insieme alle prestazioni di telemedicina, costituiranno la reale risposta ai bisogni dei pazienti considerando l'attuale carenza delle figure professionali in grado di garantire gli obiettivi per il potenziamento delle cure domiciliari previste dal Pnrr". "Siamo di fronte  una rivoluzione digitale sia in termini di prodotto che di metodi di accesso alle terapie - ha aggiunto Fabio Faltoni, responsabile nuove frontiere digitali di Confindustria dispositivi medici -. Questa rivoluzione riguarda sia l'industria, che deve cambiare modello produttivo, sia il mondo delle istituzioni perché deve essere cambiato il paradigma di erogazione della sanità. Il paziente infine non ha più il ruolo che aveva una volta, deve essere proattivo nel nuovo sistema, partecipare alle proprie diagnosi e cura, attraverso sistemi a distanza come la telemedicina ma anche tramite strumenti sempre più personalizzati. Tutto questo richiede un grande sforzo di formazione di sanitari, pazienti e di tutti gli attori della filiera".

TAG: FORUM RISK MANAGEMENT

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Youtube! Seguici su Linkedin! Segui il nostro Podcast su Spotify!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/07/2024

La lista dei nuovi medicinali contro l'obesità potrebbe presto allungarsi. Roche ha, infatti, annunciato i dati di uno studio di fase I su un nuovo farmaco orale, da assumere una volta al giorno,...

18/07/2024

Rigenerare il cuore dopo un infarto, stimolando la formazione di nuovo tessuto e nuovi vasi sanguigni attraverso un farmaco '2 in 1' a base di Rna, così da restituire piena funzionalità al nostro...

18/07/2024

Nell'ultima campagna di vaccinazione contro Covid-19, si è vaccinato solo il 10,2% degli over 60, con valori compresi tra il 19,2% della Toscana e l'1,8% della Sicilia. La campagna antinfluenzale...

18/07/2024

La telemedicina offre chiari vantaggi sia per i pazienti che per gli operatori sanitari. L’OMS/Europa pubblica lo “Strumento di sostegno per rafforzare la telemedicina” mira a sostenere i...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top